Bassa Romagna. Torna “Mal’aria” contro l’inquinamento atmosferico. Il report sulla qualità dell'aria realizzato da Arpa Emilia-Romagna nelle scorse settimane ha denunciato livelli di inquinamento, in particolare le famigerate polveri sottili, ancora troppo alti in regione, ma soprattutto indica come fattore principale della cattiva qualità dell'aria delle nostre città il traffico automobilistico. Tutte le maggiori città della regione hanno infatti abbondantemente superato nel 2012 i limiti di concentrazioni di polveri sottili e il 2013 non sembra iniziare meglio.

Mentre per le grandi città esiste una rete di monitoraggio che può fornire in tempo reale i dati sulla qualità dell'aria, qual è la situazione nei comuni della “Bassa Romagna”? Per rispondere a questa domanda, Legambiente ha lanciato la campagna “Mal'aria” posizionando dei rilevatori, ovvero i “lenzuoli acchiappasmog”, in prossimità di scuole, aree industriali, strade trafficate, aree verdi.

“Quella dei “lenzuoli acchiappasmog” è un'iniziativa tutto sommato semplice e “low tech” – ha dichiarato Yuri Rambelli, Presidente del circolo Legambiente A. Cederna – ma molto indicativa per capire cosa stiamo respirando. Dopo un mese di esposizione all'aria aperta, l'annerimento dei rilevatori posizionati da Legambiente darà infatti un'indicazione molto chiara di cosa respiriamo tutti i giorni”. La campagna Mal'aria, oltre a mostrare direttamente la qualità dell'aria, è anche un invito ai cittadini e agli amministratori a fare di più per avere città più vivibili e “respirabili”.

“Come confermato dall'Agenzia regionale protezione ambiente – ha aggiunto Rambelli – il traffico veicolare è uno dei maggiori responsabili dell'inquinamento delle nostre città e i “blocchi del traffico” del giovedì sembrano fare ben poco per migliorare la qualità dell'aria. Non basta dire ai cittadini che per essere “amici dell'ambiente” non bisogna usare l'auto: bisogna fare in modo che le alternative ai mezzi privati siano fattibili e convenienti, potenziando il trasporto pubblico, realizzando piste e itinerari ciclopedonali sicuri e protetti, creando cioè tutte le condizioni per una mobilità diversa, più sostenibile per l'ambiente e per i nostri polmoni”.

Legambiente invita tutti gli amministratori e i cittadini a partecipare alla campagna Mal'aria: nei prossimi giorni infatti l'associazione consegnerà ai sindaci della bassa romagna un lenzuolo acchiappasmog da appendere alle finestre del Comune, mentre invece i cittadini interessati possono rivolgersi direttamente al circolo A. Cederna.