Imola. La crisi economica la si può anche combattere facendo rete e proponendo nuovi prodotti. Nasce così dalla collaborazione tra artigiani e una designer d’arredo Zanpito, una nuova linea di cucce ecologiche per cani, presentata con successo alla “XLIII Esposizione internazionale canina di Forlì”. Un prodotto innovativo non solo per le tecniche di costruzione, ma anche per le modalità operative.

“Io ho pensato e disegnato i modelli fondendo una mia passione per il design e gli animali con l'armonia delle forme – racconta Laura Pistilli -, l’idea è piaciuta  a due artigiani con i quali collaboro per la mia ttività d’arredatrice. Si sono messi al lavoro. Dante di Di.Gi arredamenti ha lavorato il legno e realizzato il prodotto, Pietro Feniello, che ha una piccola impresa edile, ha curato i particolari in sasso e muratura che completano alcuni modelli della linea Zanpito”.

I prodotti ZanPito sono attenti alla sostenibilità ambientale e alla salute di ogni essere, sono fatti a mano per inserirsi in maniera rispettosa dell’ambiente che li accolgono, sia essi esterni, che interni, facendone un completamento d’arredo di gusto.

I materiali utilizzati per la realizzazione delle cucce sono completamente ecologici; dai pannelli in Osb certificati, all'intonaco minerale naturale ad elevato potere termoisolante e fonoassorbente con caratteristiche di ottima traspirabilità, e alle vernici.  Tutti materiali provenienti dal mondo agricolo come uova, cera d'api, amidi, oli, fibre vegetali, estratti da agrumi e pigmenti di derivazione vegetale e minerale.

“Nella forma troviamo sempre un filo conduttore: il cerchio – sottolinea Pistilli -. Il cerchio che è sprovvisto di angoli e di spigoli; simboleggia l'armonia, la natura; evoca emozioni e sensazioni e la sensibilità dei nostri sensi viene ulteriormente risvegliata dai materiali naturali usati. Legno, colori, cere d’api, volutamente ecologici, si distinguono per l'elevata qualità e per il rispetto assoluto dell'ambiente e della salute”.

Le cucce Zanpito rappresentano anche un tentativo di dare una risposta alla crisi, mettendo assieme capacità, competenze e fantasia. Diverse professionalità si sono unite, puntando sulla qualità del lavoro che la nostra terra ancora esprime, per dare vita ad idea tutta “Made in Imola” che vuole essere anche una risposta alle difficoltà del momento. Un’idea per dimostrare che una possibilità di uscita dalle difficoltà economiche esiste ed è molto legata alla capacità di fare rete, esprimendo innovazione e fantasia.