Imola. Spesso abbiamo sentito parlare di Led, nelle lampadine, nelle televisioni e nelle nuove tecnologie in genere.

Il Led è un componente elettronico che, al passaggio di una minima corrente, emette una luce priva di infrarossi ed ultravioletti, (quindi non attira la maggior parte delle specie di insetti, sensibili a queste onde) accendendosi immediatamente.

La tecnologia Light-Emitting Diodes (Led) rappresenta l'evoluzione dell'illuminazione allo stato solido, in cui la generazione della luce è ottenuta mediante semiconduttori anziché utilizzando un filamento o un gas. Questa illuminazione è più efficiente dal punto di vista energetico, ha una durata maggiore ed è più sostenibile. Confrontato con fonti di illuminazione tradizionali il risparmio ottenuto utilizzando l'illuminazione a Led è di circa il 93% rispetto alle lampade ad incandescenza, 90% rispetto alle lampada alogene, 70% rispetto alle lampade a ioduri metallici e 66% rispetto alle lampade fluorescenti. Consentono inoltre di essere utilizzati in innovative e creative soluzioni.

Fino alla seconda metà degli anni '90 i Led erano concepiti solamente per la segnalazione e l'isolamento dei segnali. Dalla evoluzione se ne sono capite le potenzialità, e si è giunti ad ottenere un'alta efficienza nella luminosità, riuscendo così ad illuminare, con bassa potenza impegnata, ambienti industriali e civili.

Oggi la tecnologia Led è destinata a sostituire via via le lampade tradizionali grazie alla loro versatilità e rendimento.

In un piccolo contesto di una famiglia con un consumo medio annuo di 5000kWh, di cui 1500kWh utilizzati per l' illuminazione (considerando lampade ad incandescenza), il risparmio può arrivare a circa 1350kWh, consentendo da subito un risparmio sulla bolletta ed il rientro nelle fasce di prezzo più vantaggiose. (Elvis Angioli)