Imola. Al Senato rush finale del Pd che si arrampica a quota 43,69%, con Sel al 2,74%. Resta molto bassa la percentuale di Rivoluzione Civile all'1,69%. Il totale della Sinistra non raggiunge il 50%, anzi supera di poco il 45%. Il sindaco Daniele Manca alle prossime elezioni comunali di fine maggio forse dovrà convincere alcuni elettori di Monti, arrivato all'8,97%. In città in caduta libera il Pdl al 13,03% che si trascina ala Lega Nord all'1,8%, raggiungendo poco più del 15% per la coalizione di Centrodestra. Secondo partito e seconda forza politica il Movimento 5 Stelle che con il 24,34% ha quadrulicato i voti rispetto alle regionali del 2010. Si preannuncia quindi una contesa elettorale a maggio fra Pd e alleati da una parte e M5S dall'altra.

 

Alla Camera la differenza fra il Pd (41,33%) e, per ora gli unici alleati in Consiglio comunale, Rivoluzione Civile (2,2%) rispetto al Movimento 5 Stelle (26.37%) è ancora minore. Dalla contesa, stando a questi risultati, pare lontano il Pdl che ha solamente il 12,39%, con una coalizione che arriva a stento al 15%. Saranno quindi importanti e decisive le scelte di coloro che hanno votato il polo di centro, la lista Monti che è al 7,8%, l'Udc all'1% e Fli 0,26%.