Ponticelli (Bo). Una delle sedi per festeggiare il “Lòm a mèrz” domenica 3 marzo 2013 sarà la Pieve di sant'Andrea. Dalle ore 17 il borgo storico lungo i calanchi tra Imola e Casalfiumanese si animerà di quella che è una delle tradizioni più sentite della Romagna di qualche anno fa. Arte, storia, cultura e cucina per chi vorrà partecipare al falò beneaugurante che sarà acceso alle 19.30.

Dalle 17 alle 21 i cittadini della Pieve offriranno gratuitamente ai partecipanti brulè e venderanno i loro prodotti a km zero, come formaggi, confetture, salumi, frutta e verdura. Alle 17.30 visita guidata del borgo: si potranno ammirare la chiesa aperta per l’occasione, gli affreschi di Tonino dal Re, le antiche mura e il torrione “Alidosi”, visitabile per gentile concessione della proprietaria.

Dalle 18 nella chiesa si terrà una breve lezione sulle erbe e piante locali a cura dell’Erboristeria dr. Zambrini di Imola, le poesie dialettali nate nella valle del Santerno e lette dall’autore Carlo Falconi e le storie senza storia dei contadini e degli antichi abitanti della pieve raccontate in lingua originale.

Il coro Gospel Santiago’s della chiesa di san Giacomo (Imola) sarà il filo conduttore e pausa canora di questa full immersion folkloristica.

In caso di pioggia o neve la manifestazione sarà annullata.
(el.an.