Bagnacavallo (Ra). Domenica 3 marzo dall’alba al tramonto è in programma il primo appuntamento del 2013 con La soffitta in piazza, il mercatino di Villanova di Bagnacavallo che si pone come scopo principale quello di dare una seconda vita alle cose evitandone lo smaltimento, con grande soddisfazione di curiosi e ricercatori di anticaglie.

L’evento, organizzato dal Comune di Bagnacavallo in collaborazione con l’associazione culturale Civiltà delle Erbe Palustri, si svolge nelle vie e piazze della frazione bagnacavallese. Collezionisti e appassionati di oggetti d’altri tempi potranno passeggiare fra espositori di antiquariato e modernariato, sgombra cantine e robivecchi, cui si affiancherà un mercato riservato a prodotti biologici, naturali ed enogastronomici, creazioni artistiche e laboratori di vecchie botteghe artigiane.

L’iniziativa offre inoltre l’occasione di visitare l’Ecomuseo della Civiltà Palustre, con la sua raccolta di intrecci unica al mondo, e l’Etnoparco Villanova delle capanne, con le sue bellissime costruzioni realizzate in canna palustre. Ci sarà poi il laboratorio dimostrativo di lavorazione e intreccio delle erbe di valle e del salice, a cura del Cantiere aperto.

Presso la Sala Azzurra del Palazzone si potrà visitare la mostra Non chiamiamola arte povera, opere di Renato Mancini. Ci saranno poi le mostre fotografiche dedicate al progetto Lamone Bene Comune presso la Sala Azzurra e Terre di Bagnacavallo presso la Sala del Senato, con la collaborazione del Laboratorio di fotografia Il Forno.

A pranzo l’Ustareia di sdëz proporrà un menu tipico romagnolo con primi piatti, secondi a base di carne e dolci della nonna, accompagnati da vini locali.

L’ingresso al mercatino, alle mostre, all’Ecomuseo e all’Etnoparco è gratuito.

Informazioni: 0545 47122 barangani@racine.ra.it  www.erbepalustri.it