Imola. Un Otto marzo che, oltre alle tradizionali mimose, permetterà alla festa della donna di essere in prima fila nelle iniziative di tutto il mese in cui comincia la primavera sperando che la figura fondamentale delle donne nella società vengano ricordate per tutto l’anno.

Ecco un calendario delle principali manifestazioni che si svolgeranno con la collaborazione dell’assessorato alle Pari opportunità del Comune di Imola. Senza dubbio è da segnalare per primo, il pomeriggio (tutti gli orari sono in via di definizione) di domenica 10 marzo, lo spettacolo teatrale “In sogno mi spuntano le ali e divento aquila”  di e con l’attrice Tita Ruggeri, all’Osservanza sul tema della prevenzione, della cura e soprattutto del “dopo” del tumore al seno, su sollecitazione delle associazioni bolognesi “Con il seno di poi” e “Susan G. Kamen Italia” promosso anche da Università Aperta.

Dal palcoscenico alla pellicola con la proiezione di due film, sempre al teatro dell’Osservanza: “17 ragazze” di Delphine e Muriel Coulin e “Il primo incarico” di Giorgia Cecere (rispettivamente martedì 5 e martedì 12 marzo) con la collaborazione tecnica del CineCircolo Celluloide.

Sabato 9 marzo al pomeriggio, da segnarsi in agenda un momento musicale a cura della Scuola di Musica comunale nella sala Mariele Ventre seguito da altre note da ascoltare con piacere domenica 24 marzo, sempre nel  pomeriggio, a cura della scuola di canto Lirique al Circolo Sersanti.

Interessante pure la prova pubblica conclusiva della IV edizione del laboratorio teatrale di genere “Nonvogliomicalaluna” al Teatro Lolli (sabato 16 o sabato 30 marzo), promosso dalla SeaCoop, con la collaborazione tecnica di Tilt.

Infine, sabato 16 marzo, si terrà la presentazione di un progetto sulle tesi “di genere”, nella Sala San Francesco della biblioteca comunale, promosso dall'assessorato e dalla commissione Pari Opportunità che vedrà, nel corso del prossimo anno, la collaborazione di soggetti pubblici e privati.