Castel San Pietro Terme (BO). “Col fato sul collo” è il titolo dello spettacolo (fuori abbonamento) che andrà in scena sabato 9 marzo 2013, alle 21.15, al teatro Cassero, con Dario Criserà, regia di Cristiano Falaschi. Diciamoci la verità, se Ulisse è una simpatica canaglia, di Enea non si può dire altrettanto. Certo l’Eneide è una storia ricca di avventura e di battagli, ma Enea, come uomo, rischia di risultare un po’ “noioso”. Per non rischiare di scrivere uno spettacolo “noioso” si è pensato pensato di tagliare la testa al toro e di eliminare Enea dall’Eneide.
Eh però così non è che rimanesse molto da dire… allora perché non far raccontare l’Eneide a qualcun altro? Nasce così una divertente riscrittura dell’opera di Virgilio, dove la narrazione viene portata avanti dalle soggettive dei personaggi che accompagnano Enea nel suo lungo e inevitabile viaggio da Troia fino al Lazio.
Sabato 23 marzo, sempre alle 21.15, è invece in programma “Un soggetto per un breve racconto”, liberamente ispirato a “Il Gabbiano” di Cechov, di Rossella Rapisarda e Fabrizio Visconti, con Rossella Rapisarda, regia Fabrizio Visconti. Si tratta di un monologo per due: un’attrice e un’ombra, un fantasma, un personaggio. Ma a volte, in teatro, i personaggi della fantasia sono fantasmi più vivi e più veri d’ogni cosa viva e vera. Una scelta al bivio. Un treno. Un biglietto del treno. Uno spettacolo da fare prima di partire. Una scommessa da giocare fino in fondo: sull’Amore. La storia di questo doppio è la storia delle scelte, dei bivi, delle strade da prendere o da abbandonare. È la storia di tutti noi che dobbiamo decidere ogni volta, che dobbiamo fare i conti con i nostri orizzonti. Nascosto dietro un testo che scorre in modo semplice e aperto, come un flusso di pensiero, si nasconde, in realtà, tutto il testo del personaggio di Nina, l’unico tra i ritratti disegnati da Cechov ad avere una prospettiva forte sul futuro.
Info: www.teatrocassero.itinfo@teatrocassero.it -333.9434148