Imola. Prove tecniche di divisione fra i civici contrari al sindaco Daniele Manca? Pare di sì, almeno guardando le bacheche esposte all'esterno della Galleria del Risorgimento. Infatti, se in quella di Giuseppe Palazzolo è rimasto da mesi quello che doveva essere il simbolo della nuova lista civica con Riccardo Mondini e Antonio Pezzi, ovvero “I civici – Per Imola”, in quella dell'Unione di centrodestra si vede ancora il simbolo e il nome della tornata amministrativa di cinque anni fa. Inoltre, da qualche tempo, anche in consiglio comunale e nei comunicati stampa non ci sono più azioni concordate e ognuno sembra andare per la propria strada. Se così fosse, il centrosinistra e il Movimento 5 stelle avrebbero un avversario meno capace di raccogliere voti nell'area, forse decisiva per la conta finale, rappresentata nelle elezioni del 24 e 25 febbraio dai cittadini che hanno riposto la loro fiducia nella lista guidata dal Presidente del Consiglio Mario Monti.

(m.m.)