Imola. E' stato presentato nella sala briefing dell'autodromo “Enzo e Dino Ferrari” il calendario delle attività per l'anno 2013. Da marzo a ottobre il circuito di Imola ospiterà 13 competizioni motoristiche e 23 giornate di prove, per un totale di 54 “giornate rumorose”. “Abbiamo provato a trovare un equilibrio tra il numero di 'giornate rumorose' e il numero di attività che ci consentisse di non finire in perdita – spiega Pietro Benvenuti, direttore dell'autodromo –. Abbiamo chiesto inoltre al Ministero un'interpretazione della normativa ottenendo 60 giornate in deroga”.

Ad aprile le prime competizioni: due gare per auto storiche, l'Imola Classic e la 200 Miglia. A maggio la Peroni Race, il campionato europeo Le Mans Series e i campionati italiani Aci-Csai. Giugno sarà all'insegna delle moto con la Coppa Italia velocità e a fine mese, dal 28 al 30, la Superbike. A settembre le gare automobilistiche della Porsche Cup, e del campionato internazionale Superstars, a chiudere la stagione, il 12 e 13 ottobre, il Trofeo Musso, il premio che ogni hanno viene consegnato a Brisighella a personaggi del mondo della F1. Quest'anno sarà premiato Piero Ferrari, e le celebrazioni si svolgeranno anche al circuito del Santerno con la Ferrari di Gilles Villeneuve impegnata sul tracciato.

 

La volontà più volte ribadita dall'amministrazione locale e dai vertici di Formula Imola e dell'autodromo è quella di avere una struttura sempre più aperta e vicina alla cittadinanza. L'accordo con Dekra per i corsi di guida sicura è da leggersi in quest'ottica. Sono previste 5 giornate in cui la struttura sarà aperta al pubblico dalle 8 alle 18, e 44 di apertura serale, a partire dalle ore 18.30. In calendario anche una giornata in cui si potrà, con la propria auto, fare un giro in pista dietro alla safety car. Altre manifestazioni sportive ospitate all'interno dell'autodromo saranno la gara podistica Tre Monti, la ciclistica Santerno e la Festa dello sport, mentre un fine settimana di luglio sarà dedicato ad un evento musicale ancora da definire. Confermato inoltre l'annuale appuntamento con il Crame dal 13 al 15 settembre 2013.

Non solo gare quindi, “perché il panorama degli sport motoristici è profondamente cambiato negli ultimi anni – spiega il sindaco Daniele Manca –. Non basta più un evento l'anno per stare nel mondo, occorre pensare a modi per essere nel mondo tutti i giorni. Vogliamo far entrare Imola nei flussi turistici internazionali, mettendo in rete l'autodromo ed il museo con gli altri musei ed aziende della 'Motor Valley' emiliano-romgnola”.

 

Continuano intanto i lavori al museo intitolato a “Checco Costa” che sorge al primo piano dell'area box. I lavori dovrebbero terminare entro l'anno, mentre la data per l'inaugurazione ufficiale sarà quella del 1 maggio 2014, in occasione del ventennale della morte di Ayrton Senna. Una breve preview di quello che sarà il museo verrà data al pubblico in occasione della settimana della Superbike, con un'apertura provvisoria della sala espositiva per “un evento davvero emozionante, dal grande effetto scenografico – assicura il Dottor Costa, che dell'allestimento del museo 'cura la regia' –. Dedicheremo un ricordo a Marco Simoncelli, ricreando il suo box, con la sua moto ed una statua che lo raffigura”.

Si sta nel frattempo facendo più corposa la dotazione del museo: arriverà la prima vettura di Michele Alboreto, una monoposto di Senna e la Ferrari di Schumacher vincitrice dell'ultima edizione del Gp di San Marino tenutosi a Imola. Ci saranno anche moto, come quelle di Pasolini e di Sic, e poi foto e cimeli per ricordare i tanti protagonisti della storia del circuito. La collezione sarà ricca anche dal punto di vista multimediale, con tanti schermi a cui accedere a contenuti video e interattivi e un archivio video di tutte le più grandi gare motoristiche. Tra le idee del Dottor Costa anche la creazione di una speciale card del museo che dia diritto ad un posto a sedere a vita nella tribunetta esterna sopra la galleria box.

(Leonardo Bettocchi)