Imola. Siamo nel pieno della festa di San Patrizio di casa nostra. Ieri sera venerdì 15 marzo 2013 si è inaugurata la prima edizione dell'Irish Fest – festa della birra irlandese- curata dallo staff Reset presso il Palagenius di via Croce. Oggi, sabato 16, abbiamo intervistato uno dei ragazzi che organizzano l'evento, Cesare Bettini, per sapere come è andata l'apertura e cosa si aspettano dai prossimi giorni.

Come è stata la risposta del pubblico all'apertura di ieri sera?

Tutto sommato possiamo ritenerci soddisfatti della partecipazione del pubblico alla serata di apertura. Il problema è nato dal fatto che, per una questione di condensa creata dalla differenza termica con l'esterno, abbiamo dovuto lasciare tutte e dieci le porte del Palagenius aperte, rendendo la temperatura interna identica all'esterna. Proprio in questo fine settimana il brusco calo delle temperature non ci ha aiutato. La gente quindi veniva, prendeva la consumazione e poi scappava dal freddo.

Avete intenzione di rendere questa festa un appuntamento fisso del marzo imolese?

Ci piacerebbe molto. Questa è una festa molto sentita soprattutto dal pubblico giovanile, già in molte città più grandi come Bologna è tradizione. Se ci sarà modo e dialogo con le istituzioni tenteremo di rifare la festa anche il prossimo anno. 

Avete in programma altri eventi curati dal vostro staff?

Lo staff Reset organizzerà già il prossimo fine settimana la festa della nuova apertura del Burrocacao, e stiamo allestendo tante altre serate, soprattutto eventi in discoteca.

Le amministrazioni comunali si sono rivelate disponibili o un po' distanti?

Certamente il problema delle porte aperte che siamo stati obbligati a tenere non ci ha avvicinato. Noi abbiamo cercato da subito di ottenere il Palagenius in quanto luogo adatto a questo genere di festa, e in questo siamo stati accontentati, ma da ieri abbiamo avuto i controlli praticamente di tutti, Carabinieri, Usl, Finanza… Siamo anche stati accusati di essere sguarniti di personale. In conclusione non siamo certo stati incoraggiati. Speriamo in questa sera e domani.
(el.an.)