Imola. L'assemblea dei circoli del Pd ha deciso di tenere le primarie per selezionare 16 dei 24 candidati al consiglio comunale in vista delle elezioni del 26 e 27 maggio. Il giorno delle primarie sarà il 13 aprile dalle 8 alle 19 nelle sezioni del Partito Democratico di viale Zappi. Ecco il regolamento.

SCHEDA –L’elettore riceve una scheda nella quale deve scrivere di proprio pugno il cognome (o in caso di omonimia anche il nome) delle/dei candidate/i fino al massimo di due preferenze differenti per genere. Qualora le due preferenze sianodello stesso genere, la seconda nell’ordine è nulla. Risultano designati quali candidati nella lista del PD i più votati di entrambi i generi ovvero i primi 7 uomini e le prime 7 donne (fatta salva la norma di garanzia per le frazioni più distanti dal capoluogo) più due Giovani Democratici. Nel caso in cui più candidati dovessero ottenere lo stesso numero di voti, ha inogni caso la precedenza sempre il/la candidato/a più giovane.

FRAZIONI – Al fine di tutelare la rappresentanza dei territori di frazione più distanti da Imola l'assemblea comunale dovrà comunque garantire, laddove non risultino tra i 14 candidati designati, la presenza del candidato/a più votato/a nei seggi
allestiti presso i Circoli delle frazioni di Sesto Imolese e Spazzate Sassatelli e in esse residente e il candidato/a più votato/a nel seggio allestito presso il Circolo delle frazioni di Ponticelli/Fabbrica e in esse residente.

ELETTORI – Possono partecipare al voto per la selezione delle candidature al consiglio comunale le /gli iscritte/i al Pd nel 2012 (che abbiano compiuto almeno 16 anni alla data del 13/4) e i nuovi iscritti 2013, compresi coloro che si iscriveranno entro il 13/4 secondo i termini dello Statuto.Gli elettori che si siano registrati o abbiano partecipato ad almeno una tornata
delle primarie del 25/11, 2/12 e 30/12. Gli iscritti/e ai Gd nell'anno 2012 che abbiano compiuto i 16 anni alla data del
13/4, i quali eleggono i 2 rappresentanti di loro spettanza. I cittadini/e che, presentandosi ai seggi il 13/4, si registreranno all'Albo degli elettori del Pd sottoscrivendo l'appello pubblico al voto e il progetto del Pd alle prossime elezioni comunali a sostegno di Daniele Manca sindaco, e riconoscendosi nello statuto, nel Codice etico e nel Manifesto dei valori del partito.

MODALITA' – Ogni elettore/ice avente titolo può esercitare il diritto di voto una sola volta. Per esercitare il diritto di voto ciascun/a elettore/ice deve recarsi nella sede di seggio abbinata alla propria sezione elettorale (o al limite dove è iscritto) munito di un documento d'identità. Non saranno in alcun modo ammessi al voto coloro che militino a vario titolo in
altre formazioni o movimenti alternativi al Pd o abbiano palesemente e pubblicamente svolto attività politica contraria al partito e ai suoi indirizzi.

CANDIDATI – Possono essere candidati/e alle Assemblee elettive gli/le iscritti/e al Pd e i cittadini/e che si dichiarino elettori/elettrici del Pd e sottoscrivano il progetto del Pd alle prossime elezioni comunali a sostegno di Daniele Manca sindaco, che abbiano i requisiti richiesti dalla legge (nessuna causa di incompatibilità o ineleggibilità) e dal codice etico del Pd e che sottoscrivano gli impegni in esso previsti, oltre che si riconoscano nello statuto e nel manifesto dei valori. All’atto della presentazione della candidatura ciascun/a candidato/a dichiara di accettare in ogni sua parte il presente regolamento e di deferire qualsiasi controversia, quesito o interpretazione di tipo regolamentare, interpretativo o inerente allo svolgimento della campagna delle operazioni di voto e di scrutinio esclusivamente agli organi di garanzia previsti dal presente regolamento. All'atto della presentazione delle candidature i candidati e i loro sostenitori si impegnano a far sì che la competizione sia improntata alla massima correttezza e trasparenza, al fine di realizzare compiutamente una “festa della democrazia e della partecipazione”. Coloro che non risultassero eletti si impegneranno, assieme ai loro sostenitori, a promuovere e sostenere con pari determinazione la successiva campagna elettorale.

NO RIVALITA' – I candidati devono sottoscrivere inoltre, a pena di decadenza, un impegno a svolgere la campagna elettorale con lealtà nei confronti degli altri candidati evitando ogni azione che possa lederne la dignità oppure danneggiare l’immagine
del Pd; non avvalersi di qualsiasi forma di pubblicità a pagamento (sono privilegiati i volantinaggi, l'utilizzo dei social networks, il mailing); 

FORMAZIONE CANDIDATURE – Le rose di candidature alle assemblee elettive sono esaminate e convalidate dalla Commisssione di garanzia che si riunirà entro le 24 ore successive al termine di presentazione delle candidature.
Concorrono a formare le rose di candidature alle Assemblee elettive le/gli iscritte/i e le /gli elettrici/ori del Pd, che abbiano raccolto sui moduli appositi, forniti dalla commissione di garanzia, e depositato entro le 15 del giorno 2 aprile presso
la sede del Pd di viale Zappi, un numero di firme pari ad almeno 20 tra gli iscritti PD 2012 ovvero almeno 40 firme tra iscritti ed elettori delle primarie del 25/11 e 2/12. Ogni iscritto/a e ogni elettore/elettrice potranno sottoscrivere solo una candidatura.
Nel caso in cui la stessa firma sia stata apposta sotto più candidature vale la prima che in ordine di tempo sia stata presentata presso la sede del Pd territoriale.

LA LISTA DEFINITIVA DEL PD – L’assemblea Comunale e la direzione territoriale riunite in forma congiunta dovranno indicare in via definitiva ulteriori 8 candidature rispondenti a riconoscibili criteri di competenza e apertura alla società, con riferimento all’art 19 comma 2 lettere b,e, f dello statuto, che andranno ad aggiungersi alle candidature designate attraverso le assemblee elettive, approvare in via definitiva la lista dei 24 candidati/e, sulla base delle diverse fasi del procedimento istruttorio di selezione delle candidature; promuovere un’azione di comunicazione tesa a favorire la più ampia partecipazione alle Assemblee elettive e alla conoscenza delle candidature.

(m.m.)