Spett. redazione,
un po' di tempo fa le scrivemmo evidenziandole i nostri dubbi sulla vera natura della “Guida Sicura”, poi leggemmo di prove di scarto ostacoli, tenuta di strada sul bagnato ecc. e ritenemmo di essere un po' prevenuti, ipercritici, ingiusti. Oggi, 24 marzo 2013, domenica, sul calendario eventi 2013, Autodromo Enzo e Dino Ferrari, era prevista una giornata di “guida sicura” e riscontriamo, purtroppo, sulla pista una serie di vetture private che inanellano giro su giro: vecchie Alfa GT, un paio di Porsche, ecc (l'allegato l'aiuterà di certo). Al momento della presentazione del calendario 2013, un consigliere comunale (ci sembra di ricordare Mondini, ma non vorremmo sbagliare) chiese ” Come farete a fare bilancio riducendo le giornate rumorose?”. Rispondiamo noi, di buon grado, al consigliere: “Scrivendo “Guida sicura” sul calendario, ma noleggiando la pista a privati che se la godono scorrazzando liberamente sulla pista, alla faccia dell'ecologia, del parco Acque Minerali, della qualità della vita della città, per non parlare della tanto sbandierata riduzione delle giornate rumorose da parte del sindaco Manca. Ben 92 (novantadue) giornate di “Guida sicura” previste in calendario possono, forse, far sperare in un bilancio un po' meno rosso degli anni passati.
Per finire, e ne siamo veramente dispiaciuti, constatare che i nostri Amministratori pubblici dicono una cosa e ne fanno un'altra, ci addolora e fa sorgere in noi un motivato desiderio di cambiamento verso la gestione della Cosa pubblica: non ce ne vorrà se ci comporteremo in questo modo.

(Cittadini per un Autodromodiverso)