Spett. redazione,
“Perché il patrimonio degli imolesi possa tornare agli imolesi”: così si legge in un articolo sulla stampa locale ove si annuncia che “Il 23 marzo sarà sufficiente presentarsi ai cancelli per poter correre sul circuito dell’Enzo e Dino Ferrari”.  Ciascuno potrò andare in pista con la propria auto. Sarebbe, dice il direttore dell’autodromo di Imola, una “incredibile occasione”.
Bisognerebbe far sapere ai nostri amministratori che molti altri cittadini vorrebbero  che tornasse a loro il Parco delle Acque Minerali (o quello NON è un patrimonio?) e che almeno in questi fine settimana di primavera fosse consentito goderlo nel suo naturale silenzio.
Glielo dite voi?

(Giuliana Zanelli)