Faenza. Un libro che raccoglie opere di più di settecento artisti di tutto il mondo che hanno scelto l'autoscatto come forma di espressione fotografica. “Il corpo solitario, l’autoscatto nella fotografia contemporanea” (Editore Rubbettino, 2011) di Giorgio Bonomi sarà presentato al pubblico faentino mercoledì 3 aprile, alle ore 18 presso il Palazzo delle Esposizioni (corso Mazzini, 92). L’iniziativa chiude la serie degli eventi collaterali promossi nell’ambito della mostra “Cum grano salis” dell’artista Maria Chiara Zarabini, ospitata nello stesso edificio fino al 6 aprile prossimo.

All’incontro interverranno l’autore Giorgio Bonomi e il direttore della Pinacoteca comunale di Faenza Claudio Casadio. Il volume, che contiene anche opere di Maria Chiara Zarabini, rivela la preminenza di artisti di genere femminile. La ripetuta presentazione del corpo dell’artista, di cui si parlerà nell’incontro di mercoledì prossimo, è un ulteriore elemento di connessione con la mostra “Cum grano salis”. Giorgio Bonomi, da oltre vent’anni direttore della rivista di arte contemporanea Titolo, ha curato circa 200 mostre in Italia e all’estero, pubblicando, fra gli altri, saggi su Burri, Maria Mulas, sul gruppo Fluxus e sulla scultura contemporanea.