Imola. La città di Imola ha aderito alla campagna Bicisicura, un'iniziativa nazionale per targare le biciclette e renderle così maggiormente rintracciabili in caso di furto. La targa in realtà è costituita da un adesivo speciale, da apporre ben in vista sul mezzo, con su scritto un codice che identifica la bici ed il suo proprietario. Tale adesivo è in grado di marchiare il telaio del mezzo risultando leggibile anche nel caso venisse rimosso. Assieme alla targa viene dato un libretto su cui vanno riportati alcuni dati relativi al veicolo, quali il numero del telaio (si trova in genere sotto il blocco pedali), la marca, ecc., ed altri relativi al proprietario. Questi dati, messi in rete in un registro nazionale, permetteranno di rintracciare i proprietari dei mezzi rubati che vengono recuperati dalle forze dell'ordine. L'iscrizione ha durata triennale, al suo scadere può essere rinnovata al prezzo di 4 euro per altri tre anni.

Non si tratta certo di un dispositivo antifurto, ma di un meccanismo di prevenzione: sembra infatti che nelle città dove questo sistema è già in uso le bici marchiate siano risparmiate dai ladri in misura maggiore. Sono circa 100 mila le biciclette iscritte al registro nella nostra regione, quasi tutte le maggiori città hanno aderito, e si contano importanti adesioni anche in Lombradia, Veneto e Piemonte.

A Imola, a partire dal 2 maggio, saranno messi in vendita i kit di Bicisicura (adesivo, libretto e istruzioni per la registrazione) al prezzo di 5,50 euro presso le sedi comunali, quelle della polizia municipale e presso i principali rivenditori e riparatori di biciclette (Salim Marsel, Cremonini, Marangoni, BiciPiù, Simon's Bike e anche all'Ipercoop). Sarà inoltre possibile acquistare il kit durante la biciclettata dell'Avis (12 maggio), il saggio di educazione stradale dei ragazzi delle scuole (18 maggio) e l'iniziativa Sport in centro (2 giugno).

Tale iniziativa si colloca all'interno della campagna “Le bici di IMoLa”, che propone non solo la marchiatura delle due ruote ma anche una serie di appuntamenti in cui verranno dispensati consigli su come difendersi al meglio dai furti, ad esempio quali lucchetti utilizzare o come legare le biciclette.

(Leonardo Bettocchi)