Medicina (Bo). “Voci – Immagini dal manicomio”, andrà in scena domenica 7 aprile, ore 21, nella sala del Suffragio, in via Libertà 60. Lo spettacolo, a ingresso gratuito, è a cura del Tilt (Trasgressivo Imola laboratorio teatro), già riproposto con notevole successo sui palcoscenici del circondario imolese. L’evento nasce in collaborazione con alcuni autori del gruppo di scrittura imolese “Viaemiliaventicinque”, basandosi per l’appunto sul loro progetto di drammaturgia teatrale sul manicomio e tenendo come fonte importantissima di informazione ed ispirazione il libro di Roberta Giacometti “Dentro fuori. Testimonianze di ex-infermieri degli ospedali psichiatrici di Imola”, 2009.
Al termine dello spettacolo, Cristina Gallingani, regista di “Voci”, condurrà una conversazione sulla grande esperienza dell’associazione culturale Tilt all’interno dell’ex manicomio, partendo proprio dal racconto che l’infermiere Graziano Penazzi fa nel libro di Roberta Giacometti de “L’uomo della bancarella” di Medicina. Chissà se qualche medicinese lo ricorda! Nel libro è pubblicato un ritratto che Penazzi gli fece mentre gioca a carte. La conversazione sarà non solo un’occasione di approfondimento dei temi dello spettacolo, ma anche di conoscenza diretta dell’esperienza  degli attori in scena.
L’associazione culturale Tilt opera all’interno del cinema-teatro del “Lolli”, luogo in cui i pazienti dell’ospedale psichiatrico andavano a vedere film, spettacoli di burattini e a festeggiare compleanni. Alla fine degli anni Settanta venne aperto per la prima volta alla cittadinanza che ebbe la possibilità di assistere agli esercizi di laboratorio dei ragazzi (ne è stata ricostruita la storia nel 2008 nell’opuscolo Teatro Lolli, luogo di passione, progetti, partecipazione). Lo spettacolo parte proprio dalla festa di compleanno di Giuseppe e nella sala del teatro si festeggia… Quale migliore occasione per ripensare alle persone che lì dentro hanno avuto quei, seppur rari, momenti di gioia?
Info: www.comune.medicina.bo.it.