Imola. Un concorso in ricordo di Ezio Pirazzini, il giornalista imolese amico di Enzo Ferrari più conosciuto nel mondo, è rivolto agli studenti delle scuole superiori che, entro la fine di aprile, dovranno presentare un articolo o un prodotto multimediale relativo allo sport. Pirazzini, infatti, fin da giovane come ha ricordato oggi all'autodromo la figlia Gabriella circondata dai colleghi del padre, è stato uno sportivo: prima di fatto in atletica leggera e poi nella scrittura iniziando con l'atletica e poi continuando nel mondo delle due e delle quattro ruote per un totale di circa tredicimila articoli e cinque Olimpiadi, da Londra 1948 a Monaco 1972.

“Guai a tagliare le nostre radici come l'autodromo – sottolinea il sindaco Daniele Manca -. Il circuito, che sarà sempre più polifunzionale con la realizzazione del museo, e chi ne ha scritto sono un patrimonio culturale enorme per la nostra città”. Tante le citazioni dei momenti di goliardia vissuti insieme dai colleghi, quali Raffaele Dalla Vite, Pino Allievi ed Ezio Zermiani che formeranno la giuria dei premi che saranno consegnati verso la fine del mese di maggio.

“Con questo concorso – spiega il presidente regionale dell'Associazione nazionale Atleti olimpici e Azzurri d'Italia – chiediamo ai giovani di riflettere stimolati dalla figura di un appassionato giornalista, sul mondo dello sport e dei suoi valori, ma soprattutto su come essi possano essere fondanti nella costruzione della persona”