Imola. Oltre 200 chilogrammi di rifiuti sono stati raccolti nel corso dell’iniziativa Viva il fiume! Puliamolo insieme” promossa dalla Consulta delle ragazze e dei ragazzi della Città di Imola. Il tratto del fiume interessato è stato quello che va dal ponte di viale Dante al ponte della Tosa, su entrambi i lati.
L'idea, nata da un gruppo di lavoro di ragazze e ragazzi della Consulta, testimonia l'interesse e la sensibilità dei nostri giovanissimi cittadini nei confronti della cura dell'ambiente e della propria città. Le ragazze ed i ragazzi della Consulta sono stati impegnati in prima persona, assieme ai docenti mediatori, nell'organizzazione dell'iniziativa e nella sua promozione all'interno delle scuole imolesi. L’iniziativa è stata svolta in collaborazione con il Comune di Imola, Hera e il Gruppo Agesci Imola 2.
Nel complesso, sono stati raccolti circa kg 200 di rifiuti: kg 9 di carta, oltre 100
di plastica, kg 67 di rifiuti indifferenziati più altre quantità di vetro e lattine.
Tra gli oggetti “particolari” recuperati, vanno segnalati una canoa rotta, una coperta, una giacca con chiavi in tasca, un volante di auto, varie griglie (da barbecue, ma anche da frigorifero), tubi di plastica, cavi elettrici, scarpe.
In totale, hanno partecipato circa 100 ragazzi, oltre ad una cinquantina di genitori. Al loro fianco, a garantire comunque che tutto avvenisse in piena sicurezza, erano presenti le Gev, la Protezione civile (sub e cb), i volontari della Croce rossa, l’ufficio Ambiente e Diritto allo studio del Comune.
Al termine del giro sul fiume, gli operatori del Centro di educazione all'ambiente e alla sostenibilità hanno svolto alcuni laboratori coi ragazzi ai quali è stata regalata una matita realizzata con materiale riciclabile.

“E' sicuramente importante che tra le attività che ogni anno la Consulta delle ragazze e dei ragazzi propone vi sia la pulizia del fiume ed è bello vedere l'entusiasmo e l'attenzione con la quale l'affrontano. Un sentito ringraziamento a tutti i volontari che permettono lo svolgimento dell'iniziativa. Le piene di questi giorni hanno portato a valle molto materiale e, appena la situazione meteo migliorerà, bisognerà intervenire in alveo” commentano l’assessore all’Ambiente, Luciano Mazzini e l’assessore alla Scuola, Marco Raccagna.