Imola. “Qualcosa succederà”, un atto unico su testo originale andrà in scena venerdì 12 aprile, ore 20.45, al teatro comunale Osservanza (via Venturini 18 – Imola), a cura del gruppo laboratorio teatro del Istituto superiore “Scarabelli-Ghini”. Il ricavato andrà a favore della Fondazione Montecatone Onlus (ingresso libero)

“Il filo dipanato in laboratorio tra una conversazione e l'altra ci ha portato a considerazioni sul mondo, sul presente, sul futuro, sulla speranza possibile di rimediare ai torti, tra cui, il più grave, quello di esserci ritrovati, giovani e meno giovani, senza troppe speranze”, raccontano gli interpreti. In una situazione paradossale, una trentina di adolescenti vengono rapiti, rinchiusi e quasi istigati a immaginare un'insurrezione attraverso una specie di “teatro forzato”, a colpi di brani di copioni che si trovano a dover leggere o interpretare. Quasi dovessero essere puniti proprio per non aver fatto nulla, per non aver ancora afferrato un sogno, per essersi adagiati nella rassegnazione o nell'indifferenza.
Dalla piccola fiamma di un accendino nel buio nasce una storia surreale, ambigua, che non si risolve in certezze né le comunica, se non forse la consapevolezza che il grande fuoco della Storia, così come la fenice, può rinascere ogni volta attraverso il minuscolo bagliore di una speranza che ognuno di noi può custodire, accendere, alimentare.

Cast
Regia di Marina Mazzolani; referenti scolastici: prof.sse Luana Brunetti, Roberta Giacometti; in scena: Atorino Enrico, Bacchilega Nicolò, Baroncini Stefano, Bartolotti Riccardo, Baruzzi Filippo, Bolognesi Maddalena, Brzezinski Mateusz, Brusa Fausto, Cjen Valeria, Cordone Virginia, Cuzzi Nicolò, Donvito Marinella, Fabbri Daril, Fabbri Giulia, Fergnani Anna Sara, Fontigi Jennifer, Fuso Sofia, Hajri Ahmed, Mimmi Massimiliano, Mingotti Milena, Monticelli Michela, Nanni Simone, Neghina Octavia, Pederzoli Alessia, Raspanti Nicolò, Tornincasa Roberta, Tumaite Dovile, Ugolini Ilaria, Versari Martina, Vignoli Ilaria, Zamboni Matteo.