Roma. Franco Marini non ce la fa. La prima votazione per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica si chiude con un nulla di fatto che però accentua la spaccatura all’interno del Pd. Il candidato espresso del segretario del Partito democratico Bersani, condiviso dal Pdl, ma osteggiato dai renziani e da Sel, non ha raggiunto il quorum. Salta la sua elezione e, forse, l’accordo tra parte del Pd e Berlusconi. Ora si attendono le mosse dei partiti per capire cosa succederà al secondo scrutinio che si svolgerà nel pomeriggio odierno. Da segnalare il successo di Stefano Rodotà, candidato del Movimento 5 Stelle, che è andato ben oltre i soli voti dei grillini.
Ricordiamo che i grandi elettori sono 1007, il quorum per le prime tre votazioni è dei 2/3 degli elettori, quindi 672 voti.

Il risultato della prima votazione
Marini 521
Rodotà 240
Chiamparino 41
Prodi 14
Bonino 13
D'Alema 12
Bianche 104
Nulle 4