Roma. Forse si intravede la soluzione alla drammatica crisi istituzionale che si è aperta con l’elezione del Presidente della Repubblica. Dopo l’affossamento di Marini e Prodi, la paura di un’altra debacle ha spinto il Pd a chiedere al Presidente uscente Giorgio Napolitano (88 anni il 29 giugno) il sacrificio di ricandidarsi. E su questa strada sembra che ci sia la disponibilità sia di Scelta Civica che del Pdl e Lega Nord. Se così fosse questa sera il Paese avrebbe un nuovo Presidente, ossia il “vecchio” Napolitano che, per spirito di servizio, sembra avviato ad accettare la proposta.

 

L’esito del quinto scrutinio

210 Rodotà

20 Napolitano

15 Monteleone

9 Bonino

17 nulle

445 schede bianche