Imola. Tanta gente sotto i portici del centro storico domenica 21 aprile. Il banchetto più numeroso e rumoroso è stato quello del Movimento 5 stelle dove erano presenti una ventina di attivi che, con tanto di bandiere, cartelli, e foto del Presidente della Repubblicca Giorgio Napolitano che fino a pochi giorni fa aveva giurato di voler abbandonare il Quirinale e ora ha invece riaccettato un secondo incarico. Il grido “Rodotà” è salito più volte da parte degli attivi dell'M5S e anche da qualche militante di “Liberi a sinistra” diretto verso l'altro banchetto quasi deserto del Pd dove ha fatto un'apparizione fugace il sindaco Daniele Manca ed era presente il segretario di viale Zappi Fabrizio Castellari.

In mezzo, i sostenitori silenziosi di “L'autodromo a Imola” che si presenterà da sola al primo turno delle elezioni amministrative del 26 e 27 maggio.

(m.m.)