Imola. Una lista giovane, età media 45 anni, con il leader storico Giorgio Marabini che lascia spazio al figlio Lorenzo. E’ la scelta di Sel che, dopo un aspro scontro interno al partito di Vendola al termine del quale il direttivo provinciale ha ritirato il simbolo ai dirigenti del circolo di vicolo Giudei, ora si presenta in appoggio a Manca.

Proprio sul recente, bruciante, passato Marabini commenta: “Hanno detto su di me cose non vere, con Enrico Gualandi fui l’unico a votare contro la trasformazione dei Ds in Pd e ho esperienza politica nel passato da segretario della Fgci, in consiglio comunale, quale presidente di Legacoop e quindi nella Sinistra democratica. Nel 2011 mi sono iscritto al circolo imolese di Sel dal quale sono uscito poi nel 2012 perché non condividevo la linea politica di Francesco Chiaiese che voleva uscire dal centrosinistraa. In ogni caso, nessuno è stato cacciato”.

Ma il sindaco del Pd Daniele Manca ha imbarcato fra i suoi alleati pure una lista civica con Udc e persone di Cielle. Nessun imbarazzo? ”Staremo attenti per fare in modo che l’alleanza non esca dal baricentro del centrosinistra e chiediamo discontinuità con il recente passato con l’ambizione di essere determinanti in consiglio comunale”, sottolinea il coordinatore provinciale Luca Basile che in tal modo  spiega anche perché Sinistra ecologia e libertà non ha voluto confluire nella lista comune fra la Federazione della sinistra e i Verdi.

Insomma, Sel sta con Manca ma cerca di marcare il suo terreno con alcune differenze. La  capolista Barbara Lo Buono (Sunia) lo fa capire subito: “Fino a qualche anno fa, le amministrazioni comunali negavano i problemi abitativi a Imola quando invece ci sono un centinaio di sfratti per morosità all’anno e non si riqualificano gli alloggi pubblici che potrebbero ospitare parecchie famiglie”.

 

Ed ecco la lista composta all’ultimo minuto per mettere almeno un terzo di candidate donne: Barbara Lo Buono, Manuela Liverani, Luigi Bacci (consigliere comunale ex Idv), Romano Antonelli, Patrizio Armaroli, Marco De Stefano, Simona Ferlini, Domenico Galeati, Igor Glielmi, Daniele Lanzoni, Lorenzo Marabini, Daniele Paradisi, Antonella Rossi, Massimo Seragnoli, Camilla Salieri, Ivano Tabanelli, Marika Visani e Massimiliano Zanoni.

 

(Massimo Mongardi)