Bagnacavallo (RA). Lo scorso venerdì, presso la casa protetta F.lli Bedeschi, si sono svolte  le “primarie del passatello”, organizzate dall'Asp (azienda di servizi alla persona) dei comuni della bassa romagna per mettere a punto la migliore ricetta dei “Passatelli del Passatore”. Con questo piatto l'Asp parteciperà all'ottava gara nazionale “ristorazione di qualità nei centri di servizio alla persona” in programma a Rimini lunedì 13 maggio nell'ambito della Convention 2013 dell'Ansdipp, associazione nazionale che raggruppa i direttori e i manager del sociale.

La giuria, composta da membri del consiglio di amministrazione e dal direttore dell’Asp, dai coordinatori delle strutture e da una rappresentanza di sindaci dei nove Comuni soci, di assessori alle politiche sociali e da Carla Golfieri, responsabile dell’ufficio di piano dell’unione dei Comuni, ha degustato i passatelli proposti dalle cucine interne delle case protette F.lli Bedeschi, Giovannardi (Sassolo) e Vecchi (Fusignano). Le tre ricette si sono distinte ognuna per un aspetto specifico: miglior presentazione F.lli Bedeschi, miglior consistenza Sassoli, miglior gusto Fusignano. I “passatelli del passatore” che saranno presentati a Rimini saranno eseguiti dalle cuoche dell'Asp unendo queste tre eccellenze.

«La serata di venerdì – commenta il presidente dell'Asp Pierluigi Ravagli – è stata una nuova occasione per apprezzare l’abilità e la professionalità degli operatori che lavorano nelle nostre cucine. Non dobbiamo dimenticare che i passatelli, al di là della partecipazione al concorso del 13 maggio a Rimini, sono un piatto che fa parte della nostra tradizione e che periodicamente vengono serviti agli anziani in particolare nei giorni di festa.»