Cà Malanca (Faenza). Un 25 Aprile di commemorazioni e spettacoli. Dopo le iniziative nella mattinata nella piazze e nelle vie di Faenza e delle città del comprensorio faentino e della provincia ravennate e imolese, alle 12 ritrovo a Cà di Malanca con il tradizionale pranzo del Partigiano, a cura dell'Anpi di Faenza.
Seguirà la cerimonia di consegna del Premio Cà di Malanca per i protagonisti della cultura e della musica che quest'anno si sono distinti per il loro impegno sui temi della Resistenza attraverso la musica e la cultura. Il Premio andrà quest'anno alla scrittrice Cristina Ghirardini per la pubblicazione del libro + cd “Noi siamo le canterine antifasciste – I Canti delle Mondine di Lavezzola” (ed. Nota Udine, www.nota.it ) e al cantautore cesenate Enrico Farnedi per la canzone “Vendemmia” sul tema della Resistenza.
A Ca' di Malanca come ogni anno non poteva mancare la musica: alle 14 si apre con un ospite di eccezione: la giovane cantautrice Frida Neri, vero e proprio nuovo talento italiano, scelta tra le migliori cantautrici dell’Onda rosa indipendente all’ultimo Mei di Faenza, che presenterà il suo progetto musicale “Rom” insieme alle chitarre di Antonio Nasone e alle poesie di Loris Ferri. Il pomeriggio sarà aperto dalla storica band faentina dei Devils.

Per sostenere il centro residenziale di Cà di Malanca e le sue importanti attività durante l’anno è possibile fare una donazione versando sul conto corrente IT 71 P 06270 67510 CC0090004016 Cassa di risparmio di Ravenna, agenzia di Brisighella, causale “per Museo della Resistenza di Cà di Malanca”.

 
Ulteriori dettagli su: http://anpifaenza.blogspot.com/  Facebook – Per informazioni: 0546/24647 – 349/4461825

Per arrivare
Cà di Malanca si raggiunge percorrendo la strada che da Faenza porta a Firenze, arrivando a San Martino in Gattara e seguendo per circa 10 chilometri le indicazioni Monte Romano, Croce Daniele e Ca' di Malanca.