Imola. Dopo l'ultimo giorno per la raccolta delle firme, ai nastri di partenza per le elezioni amministrative del 26 e 27 maggio, i candidati a sindaco sono otto. Si è ritirato Franco Benedetti di “L'autodromo a Imola” che dichiara: “Ho cercato di dialogare con il centrodestra, ma non c'è stato nulla da fare. Mi hanno preso in giro. In fondo, la mia lista non era così forte, il sindaco Daniele Manca mi ha chiamato e gli ho detto che rinunciavo”.
Chi invita a votare? “Libera scelta per tutti, ovviamente ma il centrosinistra e il Movimento 5 stelle si sono dimostrati gentili con me”. Non è riuscita invece a raccogliere le firme necessarie (200) “Libera scelta-Laici e atei per Imola” che aveva fra i suoi sostenitori Daniele Barbieri.

Dunque, rimangono due candidati del centrosinistra quali Manca (Pd, Sel, RC e Verdi, Ps, Progetto comune e Fornace Viva) e Giorgio Laghi (Imola Migliore e Liberi a sinistra), tre del centrodestra (Simone Carapia per il Pdl, Alessandro Marchetti per la Lega nord e Riccardo Mondini per l'Unione di centrodestra), Andrea Zucchini e Giuseppe Palazzolo con liste civiche e Claudio Frati per il Movimento 5 stelle.

(m.m.)