Bagnacavallo (Ra). Si chiuderà domani, mercoledì primo maggio, la 36esima festa della Cooperazione di Bagnacavallo, tradizionale appuntamento del movimento cooperativo locale.

La giornata, che si svolgerà nei locali di Agrintesa, si aprirà con la Santa Messa celebrata da don Antonio Bandini, parroco di Villa Prati, nel 50esimo anniversario dell’ordinazione, e proseguirà con la benedizione delle macchine agricole e industriali. Dopo un breve rinfresco per tutti i partecipanti, alle 12.30 tutti a tavola per il «Pranzo della cooperazione».

Dalle 14 la festa entrerà nel vivo con «La fattoria de Fre’ Cerco», lezioni di dialetto romagnolo con l’Università della Romagna di Traversara e l’apertura degli stand delle cooperative locali e delle mostre di Pietro Orsini e Piera Iori. Alle 15 «Gimkana trattoristica» con ricchi premi per i partecipanti e prove gratuite di equitazione con i cavalli e i pony del maneggio Cte Santerno. Alle 15.30 dimostrazione della cooperativa Rose e Fiori nell’arte della composizione con fiori recisi, vendita dei lavori realizzati ed esibizione dei «Diavoli della Frusta». Alle 16 «Pizza della Cooperazione» mentre alle 16.30 si aprirà il concorso a premi «Taglio della fetta» organizzato dalla cooperativa Comec. La Festa si chiuderà alle 19 con «Dai de gas e fes-cia in curva» pizza, birra e piano bar.

(Giulia Gianstefani)