Imola. Alla fine la Sigma Imola dilaga, ma non è stato facile vincere. Per tre quarti di partita la Dado resta in partita, poi la Virtus, guidata da un sempre grande Porcellini e da un Guglielmo davvero super, vince la prima gara dei play off e andrà a giocarsi mercoledì (palla due alle 20.45) la qualificazione alle semifinali.

Chi credeva fosse una passeggiata è rimasto deluso… San Marino è un osso duro e lo dimostra ampiamente. La Sigma sembra prendere in mano la partita fin dall’inizio (8-2 dopo quattro minuti e 18-10 all’intervallo), ma proprio sul più bello si blocca. E la Dado, col suo gioco forse ripetitivo ma incisivo, si rifà sotto fino al 25-23. Ci vuole un Porcellini tanto per cambiare monumentale – 14 punti a metà gara nonostante un gomito dolorante – per tenere avanti la Virtus all’intervallo: 32-26.

Nella ripresa il leit motiv è lo stesso: Imola che prova a scappare, San Marino che cerca di riavvicinarsi. Porcellini continua a segnare canestri a ripetizione, ma la Dado risponde prontamente. La partita non decolla e pure il gioco latita. Chi ne approfitta è San Marino che, trascinata da Benzi, si avvicina fino al -2. Ma un doppio recupero (e conseguente doppio contropiede) di Guglielmo riporta Imola a distanza di sicurezza. E il bellissimo canestro di Pieri chiude la terza frazione con i padroni di casa in vantaggio di 9 punti.

Ma la partita non è finita, tuttaltro. San Marino non ha la benchè minima intenzione di tornarsene in patria con un ko e mette in campo tutta la cattiveria agonistica di cui dispone. Forse anche troppa, tanto da beccarsi un antisportivo e un tecnico nella stessa azione. La Virtus non può far altro che approfittarne per dilatare il vantaggio fino a +14 e chiudere virtualmente la partita. Partita che fa scorrere i titoli di coda a tre dalla fine quando Benzi, fino a quel momento il migliore in campo dei suoi, si fa cogliere da raptus di follia e rifila una gomitata in attacco a Grillini e si becca pure il tecnico per proteste. E così, con i quattro punti in fila di Porcellini e Guglielmo il match non ha più niente da dire.

Il tabellino

SIGMA IMOLA – DADO SAN MARINO: 72 – 48

Imola: Sassi n.e., Pieri 2, Grandolfi, Corazza 6, Grillini 5, Di Placido, Cirla 3, Massari 14, Guglielmo 14, Porcellini 28. All.: Zarifi.

San Marino: Macina, Zannoni 4, Saccani 13, Agostini 8, Cardinali 7, Casadei 2, Benzi 12, Zanotti, Bollini n.e., Polverelli 2. All.: Del Bianco.

Parziali: 18-10, 32-26, 51-42.

Arbitri: Barbagallo, Zangrando.

Spettatori: circa 150.