Imola. Alla lista civica Per Imola non è piaciuta “una campagna elettorale che ha visto diversi candidati a sindaco, spendere decine di miglia di euro e forse anche 100 mila euro. Questi signori con questa campagna elettorale “spendacciona” hanno umiliato i 10 mila disoccupati che ci sono nel nostro territorio e le migliaia di famiglie che non arrivano a fine di mese e pur di sopravvivere, si sono indebitate”.

“Camion pubblicitari e altri automezzi, che giravano continuamente per la città con le gigantografie dei candidati, aperitivi offerti a tutti pur di accaparrarsi il voto, buffet e spettacoli gratis, pagine pubblicitarie sui giornali per migliaia di euro, spot pubblicitari a pagamento su radio, televisioni, facebook, ecc. Sono arrivati al punto di umiliare la gente, regalando pacchi di pasta e scatolame (pomodori, piselli, ecc). Si è visto di tutto – sottolinea il candidato a sindaco Giuseppe Palazzolo -. Abbiamo fatto dei banchetti, porta a porta in diverse zone della città (lo faremo anche oggi) e non ci siamo limitati a consegnare il nostro materiale elettorale, ma abbiamo scambiato parole con i cittadini. Persone disperate che ci raccontavano la propria storia e ci chiedono aiuto con grande dignità. Sui volti non si leggeva rabbia, ma un senso tristezza e sfiducia nella classe politica. Abbiamo assicurato i cittadini, che con la nostra determinazione, combatteremo questa classe politica e nomenclatura che intende distribuisce il potere a poche persone per controllare il sistema città”.