Imola. Sono sette le aziende associate alla Cia presenti al Mercato della terra organizzato dalla condotta Slow food in collaborazione con l’assessorato all’Agricoltura del Comune di Imola inaugurato il 24 maggio in Viale Rivalta in coincidenza con lo slow food day.

“Siamo molto contenti di questa collaborazione – sottolinea Giordano Zambrini, presidente della Cia di Imola– perché si sposa pienamente con la nostra volontà di mettere in luce realtà del territorio che possono offrire prodotti di qualità a prezzi concorrenziali. La disponibilità delle aziende associate è stata immediata e l’anno di sperimentazione crediamo si traduca presto in una nuova realtà per la città di Imola”.

Un mercato quello in Viale Rivalta, il quarto di questo tipo in Emilia Romagna, nato per la vendita diretta dei contadini selezionati nel raggio di 40 chilometri che diventa anche un luogo per incontrare persone, conoscere cibi ed esperienze legate alla terra e per fare la spesa in maniera consapevole e piacevole.

“L’olio del Frantoio Rossi, i formaggi dell’Azienda agricola Zacchinelli, la frutta bio dell’Azienda agricola Polenghe, il vino dell’Azienda Giovannini, gli ortaggi e la frutta dell’Azienda agricola Nerio Cassani, i marroni e i derivati de Il Castagneto e la frutta dell’Azienda agricola Patrizia Bartoletti di Casalfiumanese, tutti operatori dei diversi settori – continua Zambrini– che da anni propongono i loro prodotti nelle proprie aziende e che hanno deciso di sperimentare un nuovo incontro con il consumatore”.

Oltre alla vendita dei prodotti, il Mercato della terra ospiterà occasioni di educazione, laboratori, piccole degustazioni, momenti di approfondimento di temi legati al cibo anche attraverso proiezioni e musica popolare.