Imola. Non c’è dubbio, non c’è posto migliore della tua casa. Nasce da questa verità l’adesione dell’Asp Circondario imolese progetto “Assistenza domiciliare” finanziato dall’Inps (gestione ex Inpdap) per la sperimentazione di servizi innovativi di assistenza domiciliare in favore di persone non autosufficienti residenti nel territorio del circondario imolese. Il progetto ha durata di un anno ed è rivolto a 70 destinatari che entro settembre 2013 presenteranno domanda e saranno valutati per la loro non autosuffienza dal Servizio sociale dell’Azienda servizi alla persona, sulla base di una scheda di valutazione di non autosufficienza, elaborata dall’Inpdap e dalla stessa validata.

Potranno usufruirne i dipendenti e pensionati pubblici (iscritti alla gestione Inps ex Inpdap), il loro coniuge convivente, i loro familiari di primo grado (figli, genitori). Tra le prestazioni prevalenti, vi sono contributi economici erogati da Inps in relazione al bisogno della persona ed alla capacità economica della famiglia (Isee). Sono previste anche prestazioni integrative, ovvero servizi domiciliari, di trasporto e accompagnamento, consegna pasti, contributi per installazione ausili e/o domotica.
E’ anche prevista un’attività di formazione, consulenza e supporto ai nuclei familiari, ai volontari e alle assistenti familiari che si prendono cura della persona non auto sufficiente.

Per informazioni e contatti rivolgersi agli Sportelli sociali territoriali dell’Asp. In particolare presso quello imolese, con sede in viale D’Agostino 2/A è attivo lo sportello informativo del progetto, aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalla ore 8.30 alle 12.30, tel. 0542.606720  – sportello.imola@aspcircondarioimolese.bo.it.