Imola. Accademia pianistica, arriva l'ora di un maestro di fama internazionale. Dunque, si cambia registro. Dopo 24 anni, il fondatore Franco Scala passerà la carica di direttore a Vladimir Ashkenazy il 30 luglio (ore 20) al teatro Stignani nella serata conclusiva dell'Imola Summer Academy & Festival quando lo stesso Ashkenazy dirigerà l'orchestra da Camera di Imola recentemente costituita dall'Accademia. Una novità importante perché l'orchestra sarà formata da 24 elementi, italiani e stranieri, con un'età media di 22 anni, tutti remunerati e quindi con un'opportunità reale di lavoro. Franco Scala resterà comunque all'interno della sede della Rocca sforzesca con un ruolo ancora da definire, forse quello di coordinatore.

A proposito dell'Imola Summer Piano Academy, che si terrà dal 18 al 30 luglio, in gara ci saranno 150 giovani musicisti di età fra i 10 e i 26 anni dei quali una tentina cinesi, che faranno lezione al mattino e si esibiranno al pomeriggio con l'assegnazione finale di 20mila euro di premi per i vincitori. I concerti serali si terranno, fino al 29 luglio compreso, nel cortile di palazzo Monsignani alle 21.30.

Il sindaco Daniele Manca ha sottolineato che l'Accademia “è una realtà globale e internazionale che fa parlare di Imola nel mondo e può essere pure un elemento di indotto economico in quanto per il Festival si muovono circa 200 persone”. Un concetto ribadito dall'assessore alla Cultura Monica Campagnoli che ha parlato di un evento culturale che si può impostare creando attrazione turistica”.