Imola. Continuare e accelerare su un percorso già avviato da quanche anno. L'Alleanza delle cooperative italiane di Imola, secondo il presidente  Sergio Prati “è un passo avanti rispetto alle altre e può farne ancora nei prossimi mesi sul cammino dell'unità delle tre centrali cooperative (Legacoop, Concooperative e Agci) che è l'obiettivo finale trovando una sede fisica comune e accentuando le collaborazioni già in atto in un quadro di compatibilità economica”. Del resto, i numeri ci sono: nel circondario sono presenti 115 imprese cooperative nelle quali sono impiegati quasi novemila dipendenti con un fatturato di 2,5 miliardi di euro. Numeri forti che Prati usa anche per respingere “le voci diffuse da alcuni mass-media che, in un quadro di riordino, l'Alleanza di Bologna voglia mangiarsi quella di Imola. Nessuna delle nostre coop ha intenzione di cambiare il presidio sul territorio”.

“Al contrario – termina Prati – entro i prossimi mesi vogliamo provare a dare un unico coordinamento territoriale alle coop sociali così come abbiamo già fatto con il gruppo giovani, presidente Micaela De Simone, che è il primo esempio a livello nazionale”. E sempre nell'abito delle iniziativedell'Alleanza delle cooperative nel mese di settembre martedì 17 alle 21 all'ex cinema Centrale sarà proiettato “Quartet”, un film di Dustin Hffman con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.