Imola. Vassura Baroncini, la partita è ancora lontana dall’essere terminata. La Procura di Bologna ha aperto un fascicolo dopo gli esposti del consigliere di Insieme si vince Andrea Zucchini e del Movimento 5 stelle contro la vendita della palazzina lasciata in eredità nel 1968 da Anita Serantoni al Comune (a patto che ne facesse una scuola di musica) e ceduta a inizio mese all’avvocato Giuseppe Girani, per farne un ufficio legale, al termine di un’asta pubblica. Il fascicolo, affidato al pubblico ministero Morena Plazzi, ipotizza l’abuso d’ufficio ed è contro ignoti. Ora verrà riesaminato il testamento e l’interpretazione del Comune data attraverso il notaio Tassinari per vedere se è conforme o meno alla volontà della Serantoni.