Imola. Al fotofinish Pierpaolo Mega è riuscito a trovare le firme di 29 delegati del Pd (ne servivano almeno 24) per candidarsi alla segreteria del partitone di viale Zappi il prossimo 4 novembre. Una gara lunga e difficile al contrario di quella dello sfidante, l'ex assessore a Bilancio, Personale e Sport Marco Raccagna che si è dimesso dalla siua carica in giunta l11 ottobre dopo aver raccolto un vasto consenso sia fra alcuni sostenitori di Matteo Renzi sia fra gran parte di quelli di Gianni Cuperlo grazie al sostegno che gli ha dato fin dall'inizio il sindaco Daniele Manca.
“E' stato un lavoro duro e faticoso – spiega Mega – che abbiamo fatto senza una struttura alle spalle. Comunque, ora la mia candidatura è in campo e sono convinto che faccia bene al Pd avere almeno due candidati con i quali gli iscritti potranno confrontarsi. Certo, ci sono solamente tre settimane di tempo per andare a spiegare la mia posizione di renziano della prima ora (al contrario di Raccagna che alle scorse primarie si era schierato con Pier Luigi Bersani, ndr) nei tanti circoli sul vasto territorio del circondario. Tuttavia, faremo tutto il possibile per far comprendere a tutti le nostre idee di rinnovamento per il Partito democratico”.

(m.m.)