Imola. Ritorna venerdì 18 ottobre il Mercato della terra di Imola con prodotti e sapori dell’autunno. In arrivo i primi marroni delle selve delle nostre Vallate. In particolare vi saranno i frutti da quattro diverse selve: quelli Igp de “Il Castagneto” di Ernesto Bisi di Castel del Rio, quelli delle selve di Villa Sassonero dalla Valsillaro dell'azienda agricola Angirelle che proporrà anche  i cartocci di caldarroste. Due produttori che sono già presenti  con i loro prodotti di ortofrutta al mercato porteranno  anche i frutti dei loro castagneti e sono Nerio Cassani (castagneti a Tirli) e Sinergie Rurali (castagneti sulla collina modiglianese). Non mancherà  il miele di castagno raccolto dalle api di Roberto Betti in Vallata.

Al mercato arriva anche un'altra bella novità: lo zafferano biologico dell'azienda agricola “I cuori” di Bagnara di Romagna, profumatissimo! E si potrà scoprire, oltre al ciclo di produzione, anche quanti  impieghi può avere questa pregiata spezia.
Torna come ospite del Mercato  il parmigiano Reggiano di Vacca bianca modenese del Presidio Slow food prodotto dal caseificio La Rosola di Zocca, una piccola e curatissima produzione dal latte di questa razza salvata dall'estinzione allevata al pascolo.
Dall'azienda agricola Vernelli arrivano invece, oltre alla consueta proposta di succhi di frutta, la passata di pomodoro del loro orto, noci e pere volpine.
L'azienda agricola Ragazzini di Fontanelice, accanto ai salumi di sua produzione, aggiunge  la proposta di  carne di maiale e da venerdì anche di pollo biologico. Con la fine dell'estate l'azienda ha infatti ripreso le macellazioni settimanali e, oltre ai salumi,  porterà anche la carne fresca: salsiccia fresca, lonza, coppone, pancetta, bracioline, pollo… tutti i tagli già confezionati sottovuoto.
Dalla Tenuta Nasano arriva la nuova produzione di saba, savor e confettura di uva fragola.
Per chi ama le piante o  ha un orto, anche piccolo in terrazzo, questa è  la stagione ottimale per piantare o rinnovare  le officinali. Il vivaio-giardino “La Valletta” di Brisighella sarà presente con le sue salvie officinali di sei varietà oltre a quelle prettamente ornamentali che in questo momento offrono anche le loro multiformi fioriture e diversi tipi di varietà di erbe ornamentali autoctone e resistenti alla siccità. Una proposta alternativa di giardinaggio ecosostenibile per abbellire il proprio giardino utilizzando e piante originarie del territorio,  rispettando l'ambiente e favorendo la biodiversità, le piante vengono infatti allevate in un vivaio all'aperto, senza irrigazione forzata ma solo con quella naturale e senza il ricorso a prodotti chimici.

Se il piatto forte dei mercati d'autunno a partire da venerdì saranno le caldarroste, ci saranno anche i crescioni alla zucca e alle erbe dell'azienda agricola e agriturismo “Fattoria Romagnola” che proporrà anche piadine con i formaggi dei produttori del Mercato della terra.
Come sempre si potrà sostare ai tavoli allestiti all'interno dell'area del mercato per  assaggiare i prodotti della propria spesa o per degustare una birra artigianale del Birrificio Valsenio,  un gelato dei presidi Slow food de L'angolo del gelato, oppure un calice dei vini presenti al mercato ora che i vignaioli cominciano a tornare finita la vendemmia. Per la degustazione basta chiedere  un calice al tavolo della Condotta slow food Imola (versando una cauzione che verrà restituita alla riconsegna del bicchiere).

I produttori
Il Castagneto di Ernesto Bisi, marroni Igp di Castel del Rio
Azienda agricola Angirelle, marroni della vallata del Sillaro
Caseificio La Rosola, parmigiano reggiano di Vacca bianca modenese presidio Slow food
Azienda agricola I Cuori di Cristiana Conti, zafferano biologico di Romagna
Birrificio Valsenio con la sua birra artigianale e anche biologica in bottiglia da acquistare o spillata al momento da bere
Biscotteria naturale Zenzero candito con la sua  grande varietà di proposte dolci e salate, alcune delle quali realizzate in sinergia con altri produttori dello stesso Mercato: biscotti con i vini bio di Nerio Cassani o la frutta biodinamica di Patrizia Bartoletti, muffin con il formaggio di Giugnola prodotto da Zecchinelli  
Azienda agricola Valsellustra con i formaggi di pecora stagionati e  la ricotta freschissima
Azienda agricola Ragazzini coi salumi bio e di mora romagnola da Fontanelice
Azienda agricola Zecchinelli con il pane  casereccio a pasta madre, i cereali biologici e il formaggio di mucca
Azienda agricola Bartoletti con l'uva da tavola e il succo d'uva, la frutta e i succhi biodinamici
Azienda agricola La Montanara d Nerio Cassani, cachi, marroni, verdure sottovetro bio
Azienda Agricola Vernelli, noci nostrane, pere volpine, uva, succhi di frutta, confetture, passata di pomodoro
Azienda agricola Chiara Boschi, confetture e succhi di pesca bio
Cantina Quinzan con  i vini biologici  autoctoni faentini come l'interessante Centesimino
Tenuta Nasano, saba, savor, vini, aceto, confetture
Apicoltura Betti con il miele di acacia delle valli del Santerno e della vicina Toscana
Angolo del gelato con i gusti a base di frutti dei Presidi Slow food di Menodiciotto (vaniglia, pistacchio, mandarino, caffè)
Sinergie rurali con gli ortaggi dalle colline di Modigliana
Fattoria romagnola con gli ortaggi e le uova di gallina e anatra di fattoria
Vivaio la Valletta con le sue fioriture di salvie e lavande spontanee

Il  Mercato della terra di Imola, in viale Rivalta 12,  da ottobre ha adottato l'orario nuovo invernale: dalle 16 alle 19 che si protrarrà fino ad aprile 2014. Il mercato successivo ci sarà l'8 novembre.
Info: Laura Giorgi 3479673223 –  www.slowfoodimola.it –  https://www.facebook.com/MercatoDellaTerraDiImola