Imola. Un polo rivolto in particolare alle auto e moto d'epoca con corsi per gli amatori e scolastici dopo il diploma per aprire carrozzerie e officine. Il tutto condito da una piazza all'entrata da viate Dante con negozi e bar anche sulla torre dove si potranno celebrare matrimoni. Il piano dell'assessore Mirco Cantelli per il futuro dell'autodromo “Enzo e Dino Ferrari” è stato illustrato il 22 ottobre nell'apposita commissione. La novità è che esiste pure un piano del Movimento 5 stelle che non guarda solamente al passato, ma anche al futuro, ovvero un polo dell'innovazione per dare spazio a macchine elettriche e solari. Naturalmente l'amministrazione comunale e la maggioranza hanno opposto un no per ragioni di bilancio, ovvero sarebbe fortemente in perdita. Ma pure le gestioni che si sono susseguite finora sono state in forte perdita fino ad arrivare più volte al fallimento.