Imola. Il congresso del Pd della federazione di viale Zappi è ormai agli sgoccioli. Quando mancano pochissimi circoli al voto fino al 31 ottobre, si possono già trarre conclusioni importanti. La percentuale di votanti si è mantenuta piuttosto bassa al 31,25% e quattro sono le sole realtà dove è stato superato il 50%, ovvero a Dozza, Poggio, Mordano e in via Selice a Imola. Come era ampiamente prevedibile, sarà l'ex assessore Marco Raccagna il nuovo segretario che per ora ha ottenuto l'81,06% dei consensi a fronte del 18,94 dello sfidante Pierpaolo Mega. Proprio Mordano e Dozza sono i luoghi dove Mega ha meglio figurato (forse per frizioni locali in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno, ndr), mentre Raccagna haa spopolato a piazza Romagna con un “bulgaro” 48 a 0, al Marconi e in parecchi altri posti.

Visto e considerato che tutti i big del partito si sono schierati a favore di Raccagna (che per non scontentare nessuno non ha voluto dire chi voterà alle primarie per il segretario nazionale del Pd in programma per l'8 dicembre), non è male il risultato ottenuto da Mega che si è affidato a un pugno di “entusiasti” tutti renziani e piuttosto giovani. Ora bisognerà capire quali dinamiche si instaureranno nel partito, se Raccagna riconoscerà o meno un ruolo al suo oppositore e di che tipo. La sera del 4 novembre, alla elezione vera e propria con i delegati, ne sapremo qualcosa di più.

(m.m.)