Imola. “Il vino elemento centrale della cultura italiana” sarà il tema del Baccanale ai nastri di partenza sabato 9 novembre per tre settimane dense di incontri ed eventi. E' inebriante ascoltare il professor Massimo Montanari spiegare “che si mangia, si chiacchiera, si socializza con il vino che diventa anche alimento nel brasato, in padella per condire carne e pesce, per salse e sughi. Fino a circa 200 anni fa bere a tavola significava farlo solamente con il vino, anche l'acqua non era del tutto sicura e le altre bevande non erano conosciute”. Insomma il tema di quest'anno è tanto vasto quanto importante come ha sottolineato l'assessore alla Cultura Monica Campagnoli (che ha ringraziato tutti gli sponsor che permettono lo svolgersi della manifestazione) abbinandolo “alla cultura del territorio del circondario e al mondo dell'agricoltura che vede vigneti sparsa dalla pianura di Mordano fino alle colline di Castel del Rio”.

Inizio alla grande a palazzo Tozzoni il 9 novembre alle 17 con il sindaco Daniele Manca, l'assessore provinciale Graziano Prantoni, l'assessore Campagnoli e il professor Montanari ad aprire le danze con un  percorso guidato nelle stanze del nobile palazzo. In contemporanea, nella galleria del Centro cittadino si svolgerà la mostra-mercato “Saperi e sapori” che continuerà anche domenica 10 novembre con lo scopo di far assaggiare i migliori prodotti sul tema del Baccanale sbizzarrendosi dai funghi ai formaggi, i salumi, miele e tanto altro ancora.

Domenica 17 novembre merita un segno sul calendario in concomitanza con l'assegnazione del premio “Garganello d'oro allo chef newyorkese Michael White per sette anni collaboratore del San Domenico per l'impegno e la creatività nella divulgazione della cucina mediterranea all'estero. Il tutto si terrà al teatro Stignani alle 16.30 con a seguire il lungometraggio di Mauro Bartoli “Taste memory. Il sapore emiliano – romagnolo nel mondo. La storia di Michael White”. All'usscita dal teatro, verso le 18, ci sarà la posssibilità di degustare le eccellenze culinarie regionali al costo di 5 euro con il ricavato che sarà interamente  destinato alla Caritas.

Domenica 24, fra le tante iniziative di chiusura, alle 21 al circolo Sersanti “Pensieri di-vini – QUando il bel canto incontra il buon vino”, arie e duetti dei più grandi operisti eseguite da giovani contanti lirici a cura dell'associazione Lyrique. Con il “contorno” di tante manifestazioni delle quali leggilanotizia.it terrà informati i lettori nel corso dei tre week – end di novembre.

Il programma completo su http://www.baccanaleimola.it/

(m.m.)