Castel San Pietro Terme (Bo). Si chiama “Nessuno rimanga indietro” ed è un progetto per favorire il benessere globale della persona ricoverata. Le iniziative, finanziate da VolaBO e a cui aderiscono attivamente associazioni di volontariato, culturali e di promozione sociale del territorio (Auser Imola, Avod, Vinco Club, Caleidos, La Bottega del Buonumore, Spi-Cgil), in collaborazione con il settore di Psicologia ospedaliera e il reparto di Lungodegenza dell’Ausl di Imola e con il Comune di Castel San Pietro Terme, animeranno il reparto di Lungodegenza di Castel San Pietro Terme.

“Queste iniziative sono centrate sulla persona intesa nella sua globalità – spiega Malvina Mazzotta, responsabile Psicologia ospedaliera dell’Ausl di Imola -. Il loro grande valore è che sono realizzate dai cittadini per i cittadini, dai volontari delle associazioni in rete tra loro e con le istituzioni, per far sì che l’ospedale, oltre che un luogo di cura, divenga anche un luogo di socializzazione e promuova un attivo reinserimento delle persone nella vita della comunità. Abbiamo già fatto esperienze di questo tipo nei mesi scorsi e si sono rivelate estremamente positive. Gli ospiti del reparto di lungodegenza, che spesso restano in ospedale per molte settimane e rischiano di sentirsi un po’ tagliati fuori dal mondo, hanno ben accolto “il mondo” che entra in ospedale, e si sono anche creati positivi momenti di incontro con famigliari ed operatori, che hanno aderito con entusiasmo a queste iniziative”.     

Il programma
26 ottobre: “La medicina del buonumore”
9 novembre: “Col buonumore è tutta un’altra cosa”
16 novembre: “Sferruzzate e gioco carte”
28 novembre: “Ritaglio riviste e collage”
5 dicembre: video di comiche e in dialetto  
14 dicembre: tombola natalizia
21 dicembre: pomeriggio musicale con il prof. Guerra

Le iniziative si terranno presso il reparto di Lungodegenza di Castel San Pietro Terme dalle ore 15.30 alle ore 17.30. Per aderire all’iniziativa come volontario/a contattare il tel. 339.2190087