Imola. Per non restare insensibili di fronte allo stato di degrado e di inaccessibilità di centinaia di tombe al cimitero monumentale del Piratello, l'associazione culturale “Imola Migliore” promuove una iniziativa per invitare l'amministrazione comunale a un maggior rispetto dei sentimenti dei cittadini, avviando subito un piano di interventi manutentivi e di consolidamento per ripristinare il decoro di un luogo così caro alla memoria di decine e decine di cittadini.

Chi non ha potuto portare un fiore sulla tomba dei propri cari e tutti coloro che hanno a cuore il valore monumentale dell'antico cimitero, potrà aderire domenica 3 novembre, a partire dalle ore 10 e fino alle ore 13, all'iniziativa “Petali di dignità” portando un fiore davanti al Comune, in piazza Matteotti.
Ci sarà un cartello con la scritta “Petali di dignità – iniziativa per la tutela dei luoghi della memoria dei cittadini imolesi” che verrà poi consegnato al sindaco con i fiori per ricordargli che occorre cominciare a fare. Consegnandogli l'invito simbolico è intenzione dell'associazione “Imola Migliore” proporre al primo cittadino uno sguardo a tutto tondo della problematica cimitero che parte dall'avvio della manutenzione per il ripristino dell'accesso alle sepolture passando dalla realizzazione di quanto previsto dalla delibera di consiglio comunale del 9 dicembre 2009 relativamente alla realizzazione di un impianto di cremazione e del “giardino delle rimembranze” che “pagherebbe” molti degli interventi da fare, per arrivare a considerare la questione più importante che riguarda la possibilità per l'amministrazione di incidere sui costi per le famiglie calmierando i prezzi dei servizi funebri, a seconda dei bisogni e delle scelte delle famiglie.

L'Associazione ha creato un evento su Facebook