Imola. Un addio da signore quello del segretario uscente del Pd Fabrizio Castellari. Senza alcuna polemica nonostante abbia dovuto passare momenti difficili di polemica interna al partito e, al momento, non abbia una prospettiva futura sicura nel mondo della politica che continua ad amare.

“Conservo il ricordo di una bellissima esperienza, di tante emozioni positive, ma anche la condivisione di momenti non facili – scrive Castellari nella lettera di saluto al nuovo segretario -. Guidare il Pd più che un mestiere è un servizio che richiede tempo ed energie e ringrazio la mia famiglia che me lo ha consentito. Un pensiero particolare lo rivolgo a tutti coloro che svolgono attività nei circoli e ai nostri mille volontari, che sono un esempio straordinario di autenticità, un riferimento prezioso al quale volgere lo sguardo anche nelle fasi più delicate della politica. Dopo due mandati pieni nel ruolo di segretario ho scelto di non ricandidarmi, declinando in prima persona quell'idea di ricambio e di rinnovamento che è nella natura del Pd. Auguro al nuovo segretario, a Marco Raccagna, di trovare la stessa sintonia positiva con i nostri militanti, gli iscritti, gli elettori e di percepire lo stesso affetto che ho sentito io in questi anni. Mentre lo scrivo, sono certo che sarà così”.