Imola. Tutto è pronto per il gran inizio dell’edizione 2013 del Baccanale, l'annuale rassegna enogastronomica e culturale che si svolgerà dal 9 al 24 novembre a Imola. L’edizione 2013 ha per titolo “Bacco in cucina. Vino da bere, vino da mangiare”. Organizzata dal Comune di Imola, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna e del ministero delle politiche Agricole, Alimentari e Forestali, e il patrocinio e il contributo della Provincia di Bologna, la rassegna propone decine e decine di appuntamenti in sedici giorni, fra mostre mercato dei prodotti del territorio, incontri, presentazioni di libri, degustazioni, spettacoli, scuole di cucina e menu a tema nei ristoranti.

L’inaugurazione ufficiale avverrà sabato 9 novembre alle ore alle ore 17, a palazzo Tozzoni. Interverranno il sindaco Daniele Manca, l’assessore alla Cultura, Monica Campagnoli e il prof. Massimo Montanari. Sarà presente Graziano Prantoni, assessore al Turismo della provincia di Bologna. Seguirà un percorso guidato negli spazi domestici di palazzo Tozzoni e la degustazione di vino “La bottiglia del Baccanale” con il Comitato Doc Colli d’Imola e golosità bio a base di vino de La Selva di Tirli. Ingresso aperto a tutti.  

 “Il Baccanale oggi è un appuntamento tra i più rilevanti e interessanti per promuovere il territorio attraverso la cultura enogastronomica. Un grande evento che parla di antichi saperi e straordinari sapori che fanno parte della nostra identità culturale e che hanno una forte connessione con l’economia del territorio” sottolinea Monica Campagnoli, Assessore alla Cultura e alla Promozione della Città. Riguardo al tema 2013, Massimo Montanari, docente di storia medievale all’Università di Bologna e collaboratore della rassegna, spiega: “il vino, da millenni parte integrante della nostra storia e della nostra cultura, ha un ruolo fondamentale non solo per accompagnare il cibo a tavola, ma già in cucina, come ingrediente per preparazioni di ogni genere. Richiamare la sua storica funzione di ingrediente di cucina può essere un modo per ribadire la necessità di una collaborazione fra vino e cibo. Il vino è una bevanda che è sempre stata pensata anche come alimento. Per il suo apporto calorico, certo. Ma anche per la sua straordinaria duttilità di ingrediente culinario. Il vino si beve e si mangia”.

L’immagine di Mara Cerri
È Mara Cerri l’artista testimonial che ha disegnato l’immagine simbolo del Baccanale, un calice che è allo stesso tempo bicchiere e pentola, in onore al tema di quest’anno del Baccanale, “vino da bere e da mangiare. Illustratrice e autrice di video di animazione, a lei sarà dedicata una mostra alla Salannunziata dal 9 al 24 novembre, dal titolo “In sonno e in veglia”.

Gastronomia
Sarà possibile degustare i “menu del Baccanale” ispirati al tema 2013, in una cinquantina di ristoranti di Imola e dei Comuni limitrofi ed apprendere i segreti del buon cibo in sette scuole di cucina. Fra queste, da segnalare “Vino nelle carni e  carni con il vino”, la scuola di cucina organizzata da Clai domenica 17 e domenica 24 novembre nella propria Macelleria del Contadino di Vicolo Inferno 7, dalle ore 15.30 alle ore 18. Da non perdere anche “Sfrigolando”, che propone cibo di strada da gustare passeggiando, sabato 9 (ore 15-22) e domenica 10 (ore 9-20), al mercato ortofrutticolo (viale Rivalta). Domenica 24 novembre, da segnalare dalle 11 alle 20 l’iniziativa “cucinare con il vino: l’aia nel piatto”, al mercato ortofrutticolo (viale Rivalta) con dimostrazioni di cucina con il vino e degustazioni a cura dei cuochi dell’Arvar; dalle 8 alle 11 mercato dei piccoli animali (colombi, conigli, polli anatre, ma anche uova, mangimi, gabbiette attrezzature per uso zootecnico, piante da orto e da frutto, in vaso e a radice nuda. Dalle ore 16 musica e folclore.

Mostre mercato
Nella galleria del centro cittadino si svolgerà “Dalla terra alla tavola” con i produttori a vendita diretta organizzata dal Nuovo Circondario Imolese, sabato 9 e domenica 10 novembre dalle 9 alle 19, con la possibilità di acquistare direttamente da una trentina di produttori dai formaggi freschi e stagionati agli insaccati, dalla frutta e verdure di stagione a pollame, uova, vini, olio e confetture. A questa mostra mercato è abbinato negli stessi giorni e spazi “Sapori e saperi di oggi e di ieri”, altra mostra mercato con funghi e tartufi, salumi e sottaceti, olio e aceto balsamico, curata dalla Pro Loco. A concludere le mostre mercato sarà Olimola, sabato 23 e domenica 24 novembre nella Galleria del Centro cittadino, con la filiera olivicola imolese e dell’Olio Extravergine di Oliva di diverse zone di produzione dell’Emilia Romagna. Previsti anche degustazioni e assaggi.
Il tradizionale mercato agroalimentare cittadino, in occasione del Baccanale sabato 16 e 23 novembre osserverà l’apertura straorinaria dalle 8 alle 12.

Il vino protagonista
Si parte subito con “Cantine in tavola e a tavola in cantina”, una serie di incontri dal 9 al 24 novembre che coinvolgeranno oltre venti fra ristoranti, bar, enoteche e trenta cantine del territorio, per dare vita ad un gemellaggio perfetto: la cantina e la tavola (iniziative a pagamento; prezzo indicato nel programma – vedi sito). A chi parteciperà a questi incontri nei pubblici esercizi e nei ristoranti verranno riservati biglietti omaggio per l’ingresso nei musei civici nelle domeniche della manifestazione.
Da ricordare il XX Banco d’Assaggio dei Vini dell’Imolese, ospitato dal 15 al 17 novembre per la prima volta nella suggestiva cornice del Quadriportico del Museo di San Domenico (via Sacchi, 4). Saranno in degustazione cento etichette proposte da una ventina di aziende vitivinicole del territorio dei Colli d’Imola presentate direttamente dai vignaioli. La quota di ingresso di 10 euro comprende il calice per le degustazioni, 6 vini fra quelli proposti e assaggi di prodotti tipici del territorio. Si potranno anche degustare menu a tema proposti dal ristorante Le Bistrot (pagamento). All’interno del Banco d’Assaggio, sabato 16 novembre doppio appuntamento – ore 17 e ore 18,30 – con “Un vino un quadro – Degustare l’arte”, che consiste nella visita guidata al Museo di San Domenico, seguita dalla degustazione di vini. La visita guidata al museo e la degustazione dei vini e dei prodotti agroalimentari del territorio è proposta ad un costo complessivo di 10 euro (prenotazione obbligatoria – tel. 0542.602609, max 30 persone).
Per tutto il periodo del Baccanale, dal lunedì al venerdì dalle ore 18 e sabato e domenica dalle ore 16, in Piazza Medaglie D’Oro sarà allestita “L’Osteria dei Colli d’Imola”, dove si potranno degustare ed acquistare i vini “Etichetta del Baccanale” prodotti dal Comitato DOC Colli d’Imola abbinati alle specialità gastronomiche della Strada dei Vini e dei Sapori Colli d’Imola.
Da segnalare domenica 10 novembre nell’Enoteca regionale di Dozza, dalle ore 15 “B.I.G. wines: Bulgaria, Italia e Grecia nel calice”, mentre la Delegazione di Imola dell’Accademia Italiana della Cucina propone l’incontro “Col vino dal piatto al calice”, venerdì 22 novembre, alle ore 18 nella sala conferenze della biblioteca comunale.

Incontri e presentazioni di libri
Sono molti anche gli incontri dedicati al vino. Si comincia domenica 10 novembre, alle ore 10,30, nella biblioteca comunale con “Non si mangia senza vino: le osterie imolesi”, che presenta luoghi, sapori e personaggi delle antiche osterie di Imola come emergono nell’Archivio storico comunale; seguirà degustazione del vino “Bottiglia del Baccanale”. Si prosegue con quello dal titolo “Il gioco del gusto”, sabato 16 novembre, alle ore 21 nella sala del capitolo (Museo di San Domenico), con Yann Grappe, docente di storia del vino all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Massimo Montanari docente di storia medievale all’Università di Bologna e collaboratore della rassegna, che prevede letture e assaggi. La delegazione di Imola dell’Accademia Italiana della Cucina propone, a sua volta, venerdì 22 novembre, alle ore 18, nella biblioteca comunale (via Emilia, 80), l’incontro “Col vino dal piatto al calice” con il prof. Massimo Montanari, Lorenzo Ravagli, biotecnologo e alimentarista e Alessandro Molinari Pradelli, enogastronomo, autore di libri di cucina e sul vino. Fra i libri, da segnalare Graziano Pozzetto che presenta il proprio volume “Le cucine di Romagna”, intervistato da Laura Giorgi, giovedì 14 novembre ore 18, nella biblioteca comunale (via Emilia 80); Alfredo Antonaros presenta il proprio libro “La Grande storia del Vino”, insieme a Massimo Montanari, giovedì 21 novembre alle ore 21 nella biblioteca comunale; infine lo chef Antonio Scaccio che presenta il proprio volume “Armonia vegetale in cucina”, 80 ricette per il palato e per lo spirito, in programma sabato 23 novembre alle ore 18 nella biblioteca comunale.

Garganello d’oro
Il Baccanale assegnerà il premio“Garganello d’oro” alla promozione della cultura del cibo a Michael White, chef di punta negli Usa, attivo a New York, per sette anni collaboratore del ristorante San Domenico di Imola, dove ha appreso i segreti della grande cucina sotto la guida di Valentino Marcattilii. La consegna avverrà domenica 17 novembre, alle ore 16,30 al teatro comunale. Nell’occasione verrà proiettato il filmato “Taste memory. Il sapore emiliano romagnolo nel mondo. La storia di Michael White” realizzato da Mauro Bartoli per il Comune di Imola, con il contributo della Regione Emilia Romagna – assessorato al Turismo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Al termine della cerimonia, alle ore 18 in piazza Abate Ferri, antistante il teatro, si potranno degustare alcune delle eccellenze dell’Emilia Romagna, proposte da alcune aziende protagoniste del filmato “Taste Memory”, dal formaggio di fossa di Sogliano al Rubicone, ai vini della azienda agricola Tre Monti di Imola, dall’azienda agricola Bonati Giorgio Parmigiano Reggiano Bonat alle tagliatelle proposte dai volontari della Festa della Tagliatella di Ponticelli (Imola), il tutto in collaborazione con il ristorante San Domenico di Imola e la cooperativa agricola Clai. Costo degustazioni 5 euro; il ricavato sarà devoluto a Caritas diocesana di Imola.
Dove non indicato, tutte le iniziative sono a ingresso libero.

www.baccanaleimola.it