Imola. Il Baccanale giunge al giro di boa e lo fa con un fine settimana tutto da vivere all’insegna del vino, dei sapori di una volta e della scuola di cucina. Altro appuntamento d’eccellenza la consegna di un “Garganello d’oro”. Intanto i vari ristoranti che aderiscono al “menu del Baccanale” vi aspettano sia a pranzo che a cena.


Il vino nella cucina romagnola

Appuntamento domenica dalle 10 alle 19, nella Galleria del Centro cittadino, con degustazione e laboratori di cucina dal titolo “Il vino nella cucina romagnola. Dalla saba a…” che presenterà la preparazione e degustazione di ricette della tradizione romagnola che prevedono l’impiego del vino, dell’aceto, della saba, sugãl, savõr e … e brodo di giuggiole. Saranno anche esposte ed illustrate attrezzature d’epoca della cantina e non solo. Alle 11, poi alle 15 e 16.30 interverrà con i suoi racconti Beppe Sangiorgi, storico delle tradizioni popolari.

Scuola di cucina con la Clai
Il ricco pomeriggio domenicale comincia con la scuola di cucina “Vino nelle carni e carni con il vino” organizzata dalla cooperativa agricola Clai nella propria Macelleria del Contadino di Vicolo Inferno 7, in pieno centro storico a Imola, a partire dalle 15.30.
Con il titolo “Vino nelle carni e carni con il vino”, l’iniziativa intende far conoscere le tecniche per una buona riuscita del connubio carni-vino. Come spiega Fabrizio Facciani, responsabile delle Macellerie del Contadino Clai “vino e carni in cucina hanno un legame molto stretto. Bagnare con vino le carni durante la cottura è regola risaputa e largamente utilizzata sia per insaporire una semplice scaloppina sia per rosolare a dovere un importante arrosto. Nella preparazione dei migliori salumi e salsicce è consigliato l’utilizzo del vino per meglio miscelare sale, pepe e altri ingredienti come aglio o cannella. Anche l’utilizzo del vino nelle marinate delle carni più strutturate come la selvaggina, il castrato, l’anatra è pratica di uso comune”.
Uno chef professionista illustrerà le ricette sia per veri appassionati che per ‘apprendisti cuochi’, suddivise a seconda della tipologia utilizzata: pollame, bovino suino. In questo viaggio nei sapori e saperi, lo chef preparerà in diretta le portate, spiegando i vari passaggi, i tempi e i modi di cottura. Fra una fase e l’altra, vi saranno momenti di animazione con attori per coinvolge anche i partecipanti. E alla fine, per passare dalle parole ai fatti, i presenti potranno assaggiare i piatti realizzati. Nella scuola di cucina in programma domenica 17 novembre saranno presentate le ricette delle seguenti portate: faraona in crema aromatica di vino bianco; agnello ripieno con zucca ubriaca insaporito alle erbe fini; petti di anatra alle mele con fondo al sapore di vino; carré di vitello farcito. Analogo appuntamento con la scuola di cucina si svolgerà anche domenica 24 novembre, sempre dalle 15,30 alle ore 18. Questa volta saranno presentate le ricette di: maialino da latte in porchetta marinato al sangiovese; oca in salsa di vino rosso; cappone ripieno servito in salsa di marsala. La partecipazione all’iniziativa è gratuita, ma visti i posti limitati, è d’obbligo la prenotazione (sig. Stefano Zaniboni o Benito Visani tel. 0542 26484 ore negozio).

Prosegue il Banco d’assaggio
Si prosegue domenica dalle ore 16 alle 21, con la terza e ultima gioranta del XX Banco d’Assaggio dei Vini dell’Imolese, ospitato per la prima volta nella suggestiva cornice del Quadriportico del Museo San Domenico (via Sacchi, 4).
Il Banco d’Assaggio presenta in degustazione cento vini proposti da una ventina di aziende vitivinicole del territorio dei Colli d’Imola presentati direttamente dai vignaioli con il supporto organizzativo ed operativo dell’Associazione Italiana Sommelier di Imola, dell’Associazione Voluptates e della Strada dei Vini e Sapori Colli d’Imola. Il tutto avendo come sfondo gli scatti dei fotografi imolesi Maurizio Magnani, Pietro Fabbri e Gian Luca Vidotto, del Circolo Fotografico Imolese che presentano la mostra “Terra diVino”. La quota di ingresso alla manifestazione, fissata in € 10, comprende la degustazione di 6 vini tra quelli proposti, il calice per le degustazioni e assaggi di prodotti tipici del territorio (formaggi, olio, miele), presentati dalle aziende produttrici.
Sarà presente il ristorante Le Bistrot di Dozza che preparerà alcuni menu a tema per coloro che vorranno cenare sul posto con i vini in degustazione (a pagamento).


Consegna “Garganello d’oro”

Altro grande appuntamento è la consegna del premio “Garganello d’oro” per la promozione della cultura del cibo allo chef newyorkese Michael White domenica 17 novembre, nel Teatro Comunale Ebe Stignani , con ingresso aperto a tutti, fino ad esaurimento dei posti. Si comincia alle ore 16,30, con la proiezione di “Taste Memory. Il sapore emiliano romagnolo nel mondo. La storia di Michael White”, documentario, a cura di Mauro Bartoli, in cui White va alla scoperta dell’enogastronomia emiliano romagnola, tra produttori, ricette della tradizione e personaggi locali. Dopo il filmato, della durata di circa un’ora, verrà consegnato sarà consegnato da il sindaco Daniele Manca consegnerà a Michael White il “Garganello d’oro”, alla presenza fra gli altri, di Maurizio Melucci, Assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna, di Elisabetta Marchetti, Assessore alla Cultura e alla Promozione della città di Imola, di Mauro Bartoli, regista e produttore e di Valentino Marcattilii, chef Ristorante San Domenico di Imola.
Finita la cerimonia, alle ore 18 in Piazza Abate Ferri, di fronte al teatro, saranno in degustazione alcuni dei prodotti regionali protagonisti nel documentario: formaggio di fossa Azienda Antiche Fosse di Sogliano al Rubicone, vini dell’Azienda agricola Tre Monti di Imola, parmigiano – reggiano dell’Azienda agricola Bonati Giorgio Parmigiano Reggiano Bonat di Basilicanova, tagliatelle proposte dai Volontari Festa della Tagliatella di Ponticelli, il tutto in collaborazione con Ristorante San Domenico e Clai. L’iniziativa è a pagamento e il ricavato sarà devoluto alla Caritas diocesana di Imola.

Sommelier al Centro Leonardo
Domenica, dalle 16.30 alle 19, al Centro Leonardo di scena lo spettacolo “L’angolo dei sommelier”, affascinante viaggio nel mondo dei vini, in collaborazione con l’Ais (Associazione italiana sommelier).

L’Osteria dei Colli d’Imola
In piazza Medaglie d’Oro dalle ore 16 apre “L’Osteria dei Colli d’Imola”, a cura di Strada dei Vini e Sapori Colli d’Imola e Comitato Doc Colli d’Imola in collaborazione con Caffetteria 900. Sarà possibile degustare ed acquistare anche i vini “Bottiglia del Baccanale” prodotti dal Comitato DOC Colli d’Imola abbinati alle specialità alimentari ed ai prodotti gastronomici della Strada dei Vini e Sapori Colli d’Imola, e alle caldarroste.

Proseguono le mostre, compresa quella dedicata a Mara Cerri, illustratrice del Baccanale, dal titolo “In sonno e in veglia”, alla Salannunziata.

Tutte le informazioni su www.baccanaleimola.it.