Imola. Sarà nominato il 26 novembre dal direttivo della Camera del lavoro il nuovo segretario della Cgil. Dovrà sostituire Elisabetta Marchetti, appprodata da una settimana nella giunta Manca con le deleghe alla Cultura, al Turismo e alle Attività produttive. Il naturale sostituto dovrebbe essere, con ogni probabilità, Paolo Stefani che è già nella segreteria con funzioni organizzative ed è stato in precedenza segretario della Fiom per alcuni anni. Gli altri componenti della segreteria hanno minore esperienza come Mirella Collina e Morena Visani che sono entrate da poco oltre a Mingotti che pare non voler aspirare a un incarico così impegnativo. Il ruolo di Stefani dovrà comunque essere ratificato dal congresso della Cgil che si terrà nella prossima primavera.

(m.m.)