Imola. “Bacco in cucina. Vino da bere, vino da mangiare”, il Baccanale si appresta a vivere il gran finale, sabato 23 e domenica 24 novembre. L’olio ritorna protagonista al Baccanale, come già lo scorso anno, sia come produzione complementare per le aziende vitivinicole sia come produzione a se stante. Sia sabato che domenica, dalle 9 alle 19, “Olimola” presenta la filiera olivicola del territorio imolese con stand dedicati a cenni storici, ambientazioni, realtà produttive, tecnologia, ricerca e innovazione. Tutto ciò sarà abbinato alla mostra mercato dell’olio extra vergine d’oliva proveniente da diverse zone di produzione dell’Emilia-Romagna, con degustazioni ed assaggi in collaborazione con l’Associazione regionale produttori olivicoli, l’Istituto tecnico agrario – I. I. S. Scarabelli – Ghini, la società agricola Rossi – Frantoio imolese.

Nell’ambito di Olimola, domenica 24 novembre, alle ore 17, al Caffè Roma Bistrò si svolgerà “Olii extravergine d’oliva a confronto”, degustazione guidata di diversi oli extravergine di oliva prodotti da aziende vitivinicole, a cura di Franco Spada, vice capo panel del dipartimento di Scienze degli alimenti dell’università di Bologna, sede di Cesena.
Olimola è un progetto realizzato dall’assessorato all’Agricoltura del Comune di Imola, in collaborazione con numerosi enti, aziende, associazioni e centri studio, nato per valorizzare la presenza di una filiera chiusa, di ricerca e di innovazione unica in tutto il territorio regionale, per promuovere la coltura dell’ulivo e la consapevolezza del legame degli alimenti con l’ambiente. Scopo è imparare a riconoscere, accettare e valorizzare le diversità degli oli extra vergine d’oliva, per utilizzare al meglio questo prezioso condimento fonte di benessere e salute nella preparazione del cibo.

Sempre alle ore 9 e fino alle 12.30 di scena la scuola di cucina al ristorante San Domenico (prenotazione obbligatoria 0542.29000); dalle ore 10.30 alle 12, a Casa Piani, per i più piccoli si svolgerà “Avvita la vite”, mini-laboratorio per realizzare originali ed artistiche viti in fil di ferro con Arte.Na. Dalle ore 15 alle 19, al centro commerciale Leonardo si svolgerà l’animazione itinerante “Le Baccanti”, suggestioni dal mondo greco con una danzatrice e una cantora: tuniche, foglie di vite e coppe di vino. A Palazzo Tozzoni, alle ore 16, di scena la visita guidata “Cantine, cucine e cortili di palazzo – gli spazi domestici di Palazzo Tozzoni; mentre alle ore 18, nella biblioteca comunale, Antonio Scaccio presenta il proprio libro “Armonia vegetale in cucina”, viaggio intorno al mondo della cucina vegetariana con le esperienze, le fantasie, le tradizioni e le culture che vivono nella sua passione culinaria. 80 ricette per il palato e per lo spirito… Scaccio è stato il precursore in Italia di una nuova idea di cucina basata su ingredienti biologici e biodinamici.

Domenica 24 novembre, al mercato ortofrutticolo spazio a degustazione, laboratori didattici ed animazione tutto dedicato all’aia romagnola. Dalle 8 alle 11 si svolgerà il “Mercato dei piccoli animali”, quali colombi, conigli, polli anatre, ma anche uova, mangimi, gabbie e attrezzature per uso zootecnico, piante da orto e da frutto in vaso e a radice nuda, bulbi e sementi. Poi, dalle ore 11 fino alle 20 avrà luogo l’esposizione degli avicoli romagnoli recuperati dall’estinzione (pollo romagnolo, oca romagnola, tacchino romagnolo, colombo romagnolo, conigli grigi, ecc..). Si tratta di una vera e propria aja romagnola, a cura degli allevatori custodi Arvar (Associazione razze e varietà autoctone romagnole).

Dalle ore 12 si potranno anche degustare le pietanze dove vengono esaltate le carni degli animali da cortile dell’aja romagnola utilizzando il vino nella preparazione. Durante tutta la giornata verranno serviti primi e secondi (tagliatelle con le rigaglie di pollo romagnolo, pollo arrosto cotto nel sangiovese, ecc), preparati dai cuochi dell’Arvar. Dalle ore 15, sempre fino alle ore 20, si svolgeranno inoltre laboratori didattici e di cucina della tradizione rurale per bambini ed adulti. Da non perdere il percorso manuale- sensoriale e di degustazione dal titolo “Dalla farina… ai biscotti della nonna” , con uova di gallina di razza romagnola e farina di grano di antiche varietà.
Infine, prosegue fino a domenica 24 novembre, alla Salannunziata, “In sonno e in veglia”, la mostra di Mara Cerri, illustratrice del Baccanale 2013 (orari: sab-dom 10-12 e 16-19).

Fino a domenica 24 novembre sarà possibile degustare i “menu del Baccanale” proposti in una cinquantina di ristoranti di Imola e Comuni limitrofi, mentre domenica 24 novembre sono previste anche le ultime due scuole di cucina: alla Macelleria del Contadino Clai (vicolo Infermo 7), dalle 15.30 alle ore 18, dove uno chef illustrerà la preparazione di varie ricette dal titolo “Vino nelle carni e carni con il vino” (info e prenotazioni tel. 0542.26484) e presso “Cooking Attitude (via Emilia 45) dal titolo “Dal fiasco al piatto” dalle ore 18 alle ore 20 (info e prenotazioni tel. 324.0554044).
Sempre fino a domenica 24 novembre, dal lunedì al venerdì dalle ore 18 e sabato e domenica dalle ore 16, in piazza Medaglie d’Oro sarà aperta “L’Osteria dei Colli d’Imola”, a cura di “Strada dei vini e sapori Colli d’Imola” e Comitato Doc Colli d’Imola in collaborazione con Caffetteria 900. Si potranno degustare e acquistare anche i vini “Bottiglia del Baccanale” presentati da nove aziende del Comitato Doc Colli d’Imola: Ca’ Bruciata,  Giovannini Jacopo, Azienda Zuffa, Azienda Assirelli Vittorio, Fondo Ca’ Vecja, Poderi delle Rocche, Cantina dei Colli Romagnoli, Palazzona di Maggio e Cavim. I vini in degustazione sono abbinati alle specialità alimentari ed ai prodotti gastronomici della Strada e alle caldarroste.
Continuano fino a domenica 24 novembre anche gli appuntamenti di “Cantine in tavola e a tavola in cantina”, occasione di incontro  tra la produzione vinicola e l’offerta gastronomica attraverso la cultura del buon bere, del bere consapevole e del buon cibo.

A Dozza, dalle ore 14.30 alle 18, nella rocca sforzesca,  banco d’assaggio: il Sangiovese,assaggi di vino e stuzzicheria a cura di Enoteca Regionale Emilia Romagna – da € 6 (tre assaggi di vino e uno di stuzzicheria). A Imola, alle ore 16, a Palazzo Tozzoni, per i più piccoli laboratorio “Giocamuseo: bicchieri d’autore!”, per realizzare un originale servizio di bicchieri per un brindisi da re (prenotazione obbligatoria 0542 602609). Dalle ore 17 alle 18.30, al Centro commerciale Leonardo, incontro con Spyros, l’estroverso cuoco di origini greche primo vincitore del talent show Master Chef Italia 2011; alle ore 18, a Palazzo Tozzoni – lettura teatrale “Vino? si! verseggiamene un po’! saccenti consigli e pompose annotazioni da chef  in un’hosteria senza tempo con Giorgio Barlotti, Lucia Ricalzone e gli attori del Piccolo di Imola. Alle ore 21, al Circolo Sersanti, di scena il concerto “Pensieri di-vini, quando il bel canto incontra il buon vino”, arie e duetti dei più grandi operisti eseguite da giovani cantanti lirici a cura di Associazione Lyrique.