Imola. I Circoli sono ancora della Sicim società di cartolarizzazione interamente del Comune. A suo tempo, parliamo del 2012, il bando se lo aggiudicò il Gruppo Russo, che aveva tempo fino a maggio 2013 per pagare i quasi 2 milioni di euro previsti per la struttura. Ma alla scadenza avevano versato poco più di 400 mila euro. Rinvio a settembre 2013 e ancora un mancato pagamento. Con atto notarile il pagamento fu rinviato per l'ennesimo volta con scadenza il 6 novembre 2013. Ma ancora una volta i soldi non sono arrivati.
Che storia è? Su domanda pressante di Claudio Frati capogruppo del Movimento 5 stelle che nell'apposita commissione ha fatto notare come l'arrivo dei soldi sia già stato procastinato più volte, l'assessore al Bilancio, Antonio De Marco, ha cercato di minimizzare il problema sostenenendo che “all'inizio o a metà di dicembre dovrebbe esserci finalmente la stipula del contratto visto che gli acquirenti hanno versato un cospicuo deposito cauzionale di 600mila euro quando hanno vinto l'asta per un milione e 700mila euro”. Ma l'incertezza rimane. Soprattutto è tutta la storia che non è chiara, anzi continua a navigare nell'oscurità più assoluta. Di solito se uno vince un bando e non rispetta i tempi di pagamento, il “contratto” viene rescisso. Il Comune di Imola invece l'ha più volte procrastinato.

Nella stessa commissione altro rinvio, questa volta per il nuovo ponte sul Santerno che viene spostato dal piano degli investimenti 2013 a quello 2014 come avviene da circa un decennio. Visto che costerà diversi milioni di euro, è probabile che nemmeno il 2014 basterà per cominciare i lavori e l'opera sarà rimandata al 2015, se non oltre. Se ne discuterà in modo più approfondito in una prossima commissione Urbanistica.
(m.m.)