Bologna. Cosa pensano i cittadini del sistema di prevenzione e cura italiano? Nell’ambito del congresso nazionale del Gruppo di studio Aterosclerosi, Trombosi e Biologia vascolare, in corso a Bologna, Ilvo Diamanti presenterà i risultati di uno studio, che prende spunto da uno studio pubblicato sul British Medical Journal da un team di ricercatori britannici dove si dimostra che i tagli alla spesa sanitaria adottati in tempo di crisi per ridurre i deficit si traducono “in un parallelo aumento del rischio di morte per cause legate a malattie collegate a questioni sociali, come le cardiopatie…”. Lo studio è stato svolto su 15 Paesi europei, Italia inclusa, tra il 1980 e il 2005.Ilvo Diamanti

Prevenire un ictus o un infarto ha un prezzo, ma doverlo curare costa molto di più. Ma cosa pensano i cittadini del sistema sanitario italiano? E come è possibile trovare un equilibrio tra innovazione terapeutica, ricerca&sviluppo e sostenibilità economica per garantire loro le cure migliori? Se ne discuterà durante l’ultima sessione del congresso in corso a Bologna. Durante l’incontro Ilvo Diamanti (Demos) presenterà i risultati di un nuovo studio condotto da Atbv- Demos sulla percezione del sistema di prevenzione e cura delle patologie cardiache nell’opinione pubblica italiana.

Interverranno tra gli altri: Gianfranco Gensini (università di Firenze), Ivan Cavicchi (università Tor Vergata), Carlo Perucci (Agenas), Francesco Bovenzi (Anmco), Leonardo Bolognese (Fic), Giuseppe Di Pasquale (direttore Dipartimento medico, Bologna), Filippo Ottani (presidente Atbv), Luca Degli Esposti (Clicon Ravenna), Nicola Magrini (Agenzia sanitaria Emilia Romagna). Modererà Andrea Pozzati (Atbv).
L’appuntamento sarà trasmesso in diretta streaming grazie al circuito Altra Tv

Atbv è un gruppo di studio nato in seno all’Associazione nazionale medici cardiologi e diventato in seguito una piccola società scientifica trasversale. Raggruppa professionisti che provengono dalle società italiane di riferimento per la cardiologia italiana, ma riunisce anche ematologi e quindi professionisti che hanno interesse per l’aterosclerosi, trombosi e biologia vascolare.

Altratv.tv® è l'osservatorio italiano sulle web tv e sui media locali posizionati in rete. Attualmente mappa 584 antenne, oltre 30 media universitari e 766 media digitali. Dal 2010 è anche network: propone Dirette a Rete Unificata che vengono rilanciate dalle web tv aderenti e dai grandi network attraverso uno stesso codice di trasmissione.