Imola. Sarà la “Gioia” il tema dominante della rappresentazione “Accadde a Betlemme” giunta alla sua 12esima edizione che partirà il 15 dicembre alle 16.30 dal sagrato di San Cassiano con il vescovo Tommaso Ghirelli per poi andare in corteo verso piazza Matteotti dove si svolgerà la rappresentazione della Natività con il saluto del sindaco Daniele Manca previsto alle 17.45. Il tutto organizzato dalle scuole paritarie San Giovanni Bosco durante l'orario scolastico coinvolgendo tutti i 530 alunni che hanno voluto partecipare, anche quelli non cattolici come, ad esempio, un cinese.

“Quest'anno ci siamo concentrati sul libro di Papa Benedetto XVI – spiega la direttrice Tearosa Tabanelli – e in particolare sull'infanzia di Gesù. Seguendo la traccia del testo, i bambini e i ragazzi (dalla materna fino alla scuola media, ndr) con i loro insegnanti si sono chiesti chi è Gesù, chi è per noi ora e, partendo dalla genealogia dei Vangeli sono giunti alla nascita di Gesù. I ragazzi hanno scritto parole sulla fiducia, la libertà, la gioia e la pace più i canti della tradizione. Non è mancato nemmeno quest'anno l'aiuto delle famiglie e dei nonni per adeguare i costumi che ogni anno vanno riadattati. Gli alunni della scuola dell'infanzia allestiranno un mercatino e scene di vita del popolo e dei pastori”. In caso di maltempo, la manifestazione si svolgerà alle 17 nella chiesa di Sant'Agostino.

Per la giunta, il vicesindaco Roberto Visani ha sottolineato “il valore dell'iniziativa di una scuola paritaria che si mescola con la città. Trovo azzeccato il tema della gioia sia perché oggi si assiste a molte lamentele a volte esagerate sia perché la gioia non coincide con il benessere materiale ma con i valori umani della semplicità”.